venerdì, Settembre 25, 2020
Home > Italia > FEMMINICIDIO, UCCISA PER UN TABLET

FEMMINICIDIO, UCCISA PER UN TABLET

2119053_jessi-jpg-pagespeed-ce-2p5qo7arux

PESCARA – Se ne parla troppo. O troppo poco. E comunque male. Come se certi gesti di follia fossero ormai un fatto acquisito. Come se non avessimo la forza di ribellarci. O come se non ne avessimo la voglia. Al di là delle belle parole, un fatto rimane: ci sono troppe vite spezzate per il nulla, troppe donne uccise perché una relazione finisce. E questo non è giusto. Soprattutto, non è normale. A Pescara una giovane perde la vita perché, a relazione chiusa, va a riprendere le proprie cose e non si trova l’accordo su un tablet. Da lì la furia omicida, l’intento suicida, non rivelatosi poi efficace, e la tragedia. Figli di una generazione edonista, ci si uccide per un tablet, per gelosia, perché non si accetta semplicemente un no. Questa la “civiltà” a cui i nostri tempi ci stanno abituando. Ma la vita ha un valore, ogni vita ha un valore. Che nulla ha a che vedere con i beni materiali e che tanto meno puo’ essere barattata con un  tablet.

La settimana scorsa, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, in occasione della giornata contro la violenza sulle donne, Jennifer avrebbe riportato sul suo profilo Facebook  frasi di condanna contro questo fenomeno. «La violenza contro le donne è il virus del non-uomo – avrebbe postato la ragazza – Questi sono incapaci di rapportarsi con una donna, la violenza è figlia degli incapaci, gli incapaci di accettare una relazione e soprattutto le problematiche della coppia. Questi sono ignoranti, perché l’ignoranza è alla base di mancanza di vocabolario, di parole, di argomentazioni, l’uomo senza vocabolario è costretto all’azione, alla minaccia, allo schiaffo, al calcio, alla violenza». «È la mancanza di virilità – scriveva ancora condividendo citazioni – che rende l’uomo un bambino disperato, impotente e violento, ma è anche grazie all’aggressione e alla violenza che diventa momentaneamente grande e soddisfatto di se stesso, con il suo momento irriducibile di gloria».

Fatto sta che, a Pescara, dopo la relazione interrotta dalla giovane, 26 anni, con il proprio compagno 32enne, solo pochi giorni fa, Jennifer ha trovato la morte. Davide Troilo racconta la sua versione dei fatti. Lei non potrà farlo. «Mamma, aiutami, mi sta ammazzando». È quanto avrebbe urlato alla madre rimasta all’esterno perché il giovane, Davide Troilo, aveva chiuso la porta.  A raccontarlo sono stati alcuni vicini di casa, che hanno dato l’allarme.

L’uomo ha poi fornito una ricostruzione di quanto avvenuto. Secondo quanto raccontato da Troilo nel corso dell’interrogatorio davanti al pm, la ragazza sarebbe morta al termine di una lite furiosa durante la quale si sarebbero accoltellati a vicenda: l’ex compagno, arrestato, è stato ricoverato in ospedale, con una prognosi di 15 giorni, ed è sorvegliato dai carabinieri. L’uomo – che ha una ditta di assistenza tecnica per ascensori –  ha raccontato che la ragazza era andata a casa, la stessa dove fino a pochi giorni fa i due vivevano insieme, con l’intenzione di riprendere le sue cose. La discussione sarebbe nata da un tablet: sempre in base al racconto del presunto omicida, Jennifer non avrebbe voluto restituirgli un tablet che Troilo utilizzava per lavorare. A quel punto l’uomo si sarebbe rifiutato di restituire un computer e ne sarebbe nata una lite vera e propria.

Aurora Contessi

Redazione
La-Notizia.net (www.la-notizia.net) nasce il 27 marzo 2017 con la registrazione presso l'Ufficio delle Entrate di San Benedetto del Tronto della Associazione Culturale “LA NUOVA ITALIA” peraltro già attiva dal 2007 nel settore della promozione di convegni ed iniziative letterarie ed artistiche volte a tutelare i valori culturali e nazionali della tradizione e della innovazione Italiana nell'ambito delle attività creative e divulgative. Dopo un decennio di attività la assemblea dei soci ha deciso di registrare a fini legali e fiscali la propria Associazione per poter intraprendere la attività editoriale di un quotidiano on-line innovativo e futuristico in ambito locale, nazionale ed internazionale denominato La-Notizia.net individuando il Direttore della testata nella propria socia fondatrice dr.ssa Lucia Mosca riconoscendone le importanti qualità professionali e culturali. A seguito dell'avvenuta ufficializzazione e della attribuzione di partita IVA alla nostra Associazione presso la sede storica situata a San Benedetto in via Roma, 18 si è proceduto alla prescritta registrazione della testata presso il tribunale di Ascoli Piceno perfezionata con numero 534 del 9 maggio 2017 consentendoci in tal modo di trasformare il blog già operativo da qualche mese in giornale quotidiano on-line a tutti gli effetti. Nei 13 mesi trascorsi da allora il giornale ha già totalizzato oltre un milione di visualizzazioni ed è attualmente in progressiva e forte crescita giungendo a sfiorare nell mese di maggio le 150 mila visualizzazioni mensili. Tale importante crescita deriva dalla volontà del direttore Lucia Mosca di creare un organo di informazione indipendente e che sappia coprire l'informazione locale, nazionale ed internazionale con professionalità ed onestà intellettuale, dando voce a tutti i liberi cittadini a tutela della libertà di espressione tutelata dall'art. 21 della nostra Costituzione. Una voce libera ed autorevole guidata da Lucia Mosca che, dopo aver avviato la propria attività giornalistica nel 1993 con Il Messaggero di Macerata ed aver proseguito negli anni con Il Messaggero Ancona (e cronaca nazionale), Il Messaggero San Benedetto del Tronto ed Ascoli Piceno, Ancona e nazionale, Il Resto del Carlino Marche, Ascoli Piceno e Ancona, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale, ha deciso di dare vita ad un organo di informazione che potesse dare piena espressione all'esperienza acquisita. La-Notizia.net dà voce a tutti, a prescindere dal colore politico e dalla appartenenza etnica, culturale e religiosa, purché si mantengano i criteri del rispetto della libertà e della dignità altrui, dell'oggettività e della rilevanza di una cronaca che sia effettivamente a favore di una utilità sociale di cui mai come ora c'è concretamente bisogno. Si tratta di un quotidiano nazionale con edizioni locali per Marche ed Abruzzo. Per ora solo on line, presto su cartaceo e dotato di web tv. Il direttore è particolarmente sensibile alla valorizzazione del territorio, della attività che stanno faticosamente cercando di uscire dal periodo di crisi. Ha inoltre un occhio particolarmente attento per ciò che concerne il mondo dell'arte in tutte le sue sfaccettature. https://www.facebook.com/La-notizianet-340973112939735/ https://twitter.com/LuciaMosca1 e-mail: info@la-notizia.net Tel. +39 346 366 1180

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *