lunedì, marzo 25, 2019
Home > Mondo > TERRORE A LONDRA: ATTENTATO AL PARLAMENTO

TERRORE A LONDRA: ATTENTATO AL PARLAMENTO

Killer ucciso, dubbi sulla sua identità. Quattro i morti, almeno 20 i feriti

 

 

Un altro attacco all’Europa, stavolta al cuore di Londra, davanti al palazzo di Westminster, che ospita il Parlamento britannico. Un suv piomba sulla folla, investendo i pedoni prima di andarsi a schiantare sul cancello. Ne scende un uomo, vestito di nero, che lascia l’auto e prosegue a piedi armato di coltello. Sul ponte uccide due persone. Poi viene freddato a sua volta, ma non prima di aver ferito a morte un poliziotto. Esplosi diversi colpi di arma da fuoco, intorno alle 14.35 (ora locale). Quattro i morti: un agente di polizia, due civili e l’attentatore. Almeno 20 le persone ferite, tra cui tre agenti. Scotland Yard rende noto che l’attentatore ha agito da solo, e che l’attacco viene trattato “come un evento terroristico“.

Il primo ministro francese Bernard Cazenueve ha confermato che tra i feriti vi sono studenti francesi. Una decina di studenti erano sul Westminster Bridge al momento dell’attentato. Il vice speaker Lindsay Hoyle ha sospeso la seduta che era in corso al Parlamento e ha ordinato ai deputati presenti di rimanere all’interno dell’Aula. La vicina stazione della metropolitana è stata immediatamente chiusa.

E’ stata inoltre aumentata la sicurezza a Buckingham Palace, residenza della regina Elisabetta. Tutti i visitatori del London Eye, la ruota panoramica sul Tamigi inaugurata a capodanno del 2000, sono rimasti bloccati nel sito turistico, come prevedono le misure di sicurezza.


Quentin Letts, vignettista del Daily Mail e testimone dell’accaduto, secondo quanto ha riportato la Press Association, ha riferito che l’assalitore di Westminster era vestito di nero. Testimoni citati dal ‘Daily Telegraph’ hanno descritto l’assalitore armato di coltello a Westminster come un uomo di una quarantina d’anni di aspetto asiatico. Il coltello che brandiva era lungo circa 20 centimetri.

“Il nostro livello di sicurezza è stato rafforzato” ha detto la premier Theresa May. “Il nostro pensiero e la nostra vicinanza è per le vittime e le loro famiglie” ha aggiunto.

Sono molti i dubbi sull’identità dell’attentatore di Londra. Secondo alcune fonti si tratterebbe di Abu Izzadeen, cittadino britannico, di 42 anni, nato da una famiglia jamaicana a Hackney, zona est di Londra. Scotland Yard non conferma e non smentisce.
Secca la smentita dell’avvocato di Aby Izzadeen: “E’ ancora in prigione”, dice.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: