giovedì, Agosto 5, 2021
Home > Marche > VISSO, ACCESA PROTESTA NELLA ZONA ROSSA

VISSO, ACCESA PROTESTA NELLA ZONA ROSSA

Tra proteste, ritardi, negligenze, prosegue a strattoni la storia del post-sisma. Negli ultimi giorni a trovarsi nell’occhio del ciclone le città di Visso e Ussita, quest’ultima con il sindaco dimissionario perché “la ricostruzione non si farà mai”. Questi i fatti. Un’accesa protesta ha avuto luogo stamattina a Visso, nella zona rossa. Presente il sindaco di Ussita Marco Rinaldi, che ha confermato le proprie dimissioni definendole irrevocabili, assenti gli altri sindaci. I manifestanti sono entrati a forza nella zona rossa.

“Ci siamo. E nessuno potrà portarci via. Entriamo nella piazza di Visso. I politici sono entrati, entriamo anche noi. È casa nostra. Non ce lo potete impedire”. A prendere parte alla protesta i cittadini dei Comuni che hanno sottoscritto il ‘Patto della montagna (Castelsantangelo sul Nera, Preci, Ussita e Visso). In 150 hanno sfondato la barriera di carabinieri, finanza e polizia davanti l’arco d’accesso alla piazza. Il fatto si è concluso con una decina di manifestanti che, dopo essere entrati in piazza, hanno gridato, tenendosi per mano: “Viva Visso. Viva Ussita. Viva Castello”.

Nel corso della manifestazione qualcuno ha anche lanciato provocazioni eclatanti: “Ci sdraiamo sull’autostrada” e ancora: “Seghiamo l’acquedotto, così la Regione si sveglia”. Conferma quindi le proprie dimissioni il sindaco di Ussita Rinaldi. “Le mie dimissioni – spiega – sono irrevocabili. Ma il mio impegno proseguirà più forte di prima, da semplice cittadino, a servizio della comunità”. E aggiunge: “La mia decisione  non è frutto della stanchezza o dell’emotività, ma di un ragionamento che sto portando avanti da qualche tempo”visso,

Redazione
La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.