mercoledì, 1 Aprile, 2020
Home > Marche > Dirigenti Autostrade tra i 41 indagati per il crollo del ponte sulla A14

Dirigenti Autostrade tra i 41 indagati per il crollo del ponte sulla A14

Crollo del ponte sulla A14, ci sarebbero anche 6 tra dirigenti e funzionari di Aspi-Autostrade per l’Italia tra i 41 indagati (37 persone fisiche e quattro società) del procedimento. Il 9 marzo scorso il crollo del ponte 167 provocò il decesso di Emidio Diomede e Antonella Viviani, marito e moglie. Tra gli indagati figurerebbe Roberto Tomasi, condirettore generale Nuove Opere, e i responsabili di procedimento, insieme a Giovanni Scotto Lavina, Guido Santini e Mauro Coletta, direttore dell’Istituto di vigilanza sulle concessioni autostradali.
Subito dopo il crollo l’autostrada A14 venne chiusa in entrambe le direzioni. Il ponte sull’A14 è crollato improvvisamente mentre sopraggiungeva un suv Nissan con a bordo le due vittime dell’incidente. Diomede non riuscì a fare nulla per evitare l’impatto. La coppia gestiva un laboratorio di confezioni tessili con una decina di dipendenti. Dopo l’affidamento dell’incarico ai tre periti della procura verrà effettuato un sopralluogo in autostrada con il contestuale restringimento delle carreggiate a una corsia. I veri accertamenti tecnici verranno però completati nella notte tra il 29 e 30 maggio, con la chiusura alternata delle carreggiate, in modo da limitare i disagi per la circolazione.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *