mercoledì, Ottobre 28, 2020
Home > Italia > Antonella Penati candidata a San Donato Milanese per il futuro dei bambini

Antonella Penati candidata a San Donato Milanese per il futuro dei bambini

SAN DONATO MILANESE  – Antonella Penati candidata a San Donato nella lista SAN DONATO RIPARTE – MENICHETTI SINDACO e lo fa non tanto per se stessa quanto invece per il futuro dei bambini. Antonella, lo ricordiamo, ha perso suo figlio, Federico Barakat, che nel 2009 è stato assassinato dal padre violento. Unico caso in occidente di “bambino ucciso in ambito protetto” perché né lui né la madre che denunciarono violenza e abusi del padre vennero mai ascoltati. Due anni di ingiustizia e nonostante le responsabilità gravi di chi doveva proteggerlo sono stati tutti assolti. I servizi sociali non hanno mai chiesto scusa e sono lì ancora al loro posto. La drammatica vicenda, grazie alla tenacia e alla forza di Antonella, è da qualche tempo approdata a Strasburgo.La madre di Federico lotta anche in questo caso non solo per suo figlio, ma soprattutto per tutti i bambini che in Italia subiscono violenza anche da parte delle istituzioni. Da tempo Antonella ha incentrato il proprio impegno in ambito nazionale ed internazionale come presidente ed attivista dei diritti dei bambini e dei diritti umani. A testimoniarlo l’ associazione di cui è presidente:  “Federico nel cuore”.

“Federico nel cuore” è un’organizzazione di donne e uomini, giovani e meno giovani, che si battono per i diritti delle donne e dei bambini e per il rispetto del ruolo genitoriale e che sostengono la necessità di un cambiamento culturale della nostra società dove purtroppo la violenza domestica uccide più della mafia. L’Associazione Federico nel Cuore Onlus è nata in memoria del piccolo Federico. Progetto specifico dell’organizzazione è “Fight4child”, il cui motto è “Children must be heard”. Tutti possono contribuire agli obiettivi dell’associazione, che   si batte perché venga rispettato il diritto del minore ad essere sentito nei procedimenti che lo riguardano come previsto dal DLG 154/2012 e come stabilito da norme sovranazionali e dalla carta dei diritti del fanciullo. L’obiettivo è che nei procedimenti legali che coinvolgono un minore questo possa e debba far sentire la sua voce al fine di pervenire a decisioni che, in quanto lo riguardino direttamente o indirettamente, non siano avulse o, addirittura, in contrasto con le sue aspirazioni, con le sue opinioni o in contrasto con la sua integrità fisica e psichica, al fine di tutelare il bambino durante e dopo la fase testimoniale.

L’impegno politico di Antonella Penati è rivolto quindi solo ed esclusivamente a creare per i bambini un futuro migliore e garanzie più efficaci per quanto riguarda la loro protezione e sicurezza. Aiutiamola. Se sei di San Donato milanese dai un voto ad Antonella Penati e dai voce a donne e bambini che hanno diritto di essere ascoltati, protetti, tutelati da istituzioni competenti.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *