martedì, Settembre 21, 2021
Home > Italia > Piazza San Carlo, falso allarme bomba: almeno mille i feriti a Torino

Piazza San Carlo, falso allarme bomba: almeno mille i feriti a Torino

< img src="https://www.la-notizia.net/feriti.jpg " alt="feriti”

TORINO – Notte di paura a Torino, in piazza San Carlo, vestita di bianconero per seguire la Juventus nella finale Champions di Chardiff. Un falso allarme bomba ha generato il panico ed il fuggi-fuggi generale ha provocato almeno mille feriti. Un incubo per i tantissimi tifosi che hanno pensato ad un attacco terroristico e hanno cercato di fuggire con enormi difficoltà. Tra i feriti, otto versano condizioni precarie. Gravissimo un bambino, ricoverato all’ospedale infantile Regina Margherita, per un trauma cranico e toracico: per lui la prognosi è riservata.

La maggior parte dei feriti è stata curata per contusioni o per tagli che si sono procurati cadendo a terra. Il caos si è scatenato quando la Juve aveva già ceduto il passo al Real, e la piazza abbandonato la speranza. La dinamica e le prime testimonianze hanno subito fatto pensare all’equivoco terrorismo. Qualcuno ha urlato creando l’impressione di un attentato, fino a risvegliare gli incubi inconsci nei giorni del terrore globale. Secondo il questore di Torino, Angela Sanna, potrebbe essersi trattato di un petardo.
“Sono sconvolto, sembrava l’Hysel”. Con queste parole si è espresso un anziano tifoso della Juventus, i capelli grigi, mentre si allontanava in lacrime dal centro di Torino, ancora sotto sopra per le scene di panico che si sono scatenate tra i tifosi. “Sembrava l’Heysel, io c’ero”, le poche parole che pronuncia prima di voltarsi e andare via.

I carabinieri hanno arrestato due sciacalli sorpresi a rovistare tra le borse e gli zaini abbandonati dai tifosi della Juventus fuggiti in preda al panico. Tutte le caserme dell’Arma sono aperte e a disposizione della cittadinanza per assistenza e informazioni.

“Ho saputo che a Torino ci sono stati incidenti nella piazza di Torino, non ho informazioni precise sulla dinamica, ma vorrei esprimere la mia solidarietà a chi è rimasto ferito”: lo ha detto da Cardiff il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, a Mediaset Premium. Informato delle prime ricostruzioni, Agnelli ha “inviato un abbraccio” alle persone coinvolte.