mercoledì, aprile 24, 2019
Home > Mondo > ANCORA TERRORE A LONDRA, ATTACCO CONTRO I MUSULMANI

ANCORA TERRORE A LONDRA, ATTACCO CONTRO I MUSULMANI

< img src="https://www.la-notizia.net/musulmani.jpg" alt="musulmani"

Ancora terrore a Londra, ancora una volta un episodio di violenza. Ma questa volta, nel mirino, i musulmani della moschea di Finsbury Park. Sono stati travolti da  un furgone bianco subito dopo la preghiera serale del sacro mese di Ramadan. E’ accaduto questa notte. Al momento il bilancio del folle gesto è di 1 morto e di 8 feriti di cui 3 gravi. L’aggressore è stato bloccato dalla folla e poi consegnato alla polizia una volta estratto dal veicolo. Sulla matrice del attacco, subito dopo l’accaduto, si è usata grande cautela. Si è parlato all’inizio di incidente, poi di un potenziale attentato terroristico. Se così fosse, sarebbe il primo attacco rivolto a fedeli  musulmani.  Theresa May ha annunciato per questa mattina  la riunione d’un comitato di emergenza. Pronta la risposta del sindaco di Londra, Sadiq Khan, che ha duramente condannato il “terribile attacco terroristico contro persone innocenti”.

La vittima dell’attentato è un uomo che ha accusato un malore a cui i fedeli stavano prestando soccorso.  L’area è stata isolata e c’è un dispiegamento di forze dell’ordine senza precedenti in tutta la città. “L’attacco porta tutti i segni del terrorismo”, spiega la polizia, che si appella alla “calma e affermando che più poliziotti sono stati dispiegati in città”. “L’uomo ha agito da solo”, ha precisato la Met Police, aggiungendo che “otto dei feriti sono stati trasportati all’ospedale, mentre due sono stati curati sul posto”. Tutte le vittime “sono musulmane”, ha detto Neil Basu, uno dei commissari responsabili delle indagini. Lo scrivono i media britannici.  Quando il mezzo si é fermato, l’uomo alla guida – descritto come “bianco e senza barba” e successivamente identificato da Scotland Yard come un 48enne – è stato affrontato dalla folla inferocita. Uno di coloro che affermano di essere intervenuti, Abdikadar Warfa, ha detto ai media di aver tentato di “bloccare” con altri l’investitore per consegnarlo alla polizia.

“Voglio uccidere tutti i musulmani”. E’ quanto ha urlato l’autista del furgone, secondo quanto riferisce un testimone alla Bbc. Il giovane ha impedito all’aggressore di fuggire: “Si era messo a correre, l’ho colpito allo stomaco e lo abbiamo bloccato”, racconta. L’autista, prima che venisse arrestato dalla polizia, ha urlato frasi di odio contro la folla radunata davanti alla moschea.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: