martedì, Dicembre 7, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Ancarano presenta le “Piccole Italie” dell’On. Borghi

Ancarano presenta le “Piccole Italie” dell’On. Borghi

Ancarano – Domani, venerdì 30 Giugno, alle ore 18.15, presso l’Auditorium Comunale di Ancarano, si terrà la presentazione del libro “Piccole Italie – Le aree interne e la questione territoriale” alla presenza dell’autore Enrico Borghi, deputato e presidente nazionale Uncem e del sindaco Angelo Panichi “Ringrazio l’On. Borghi per aver scelto la nostra comunità come tappa per un breve ed importante momento di condivisione sul tema dei piccoli territori interni”. La presentazione del libro nel borgo di Ancarano assume, infatti, un significato importante, considerato che il territorio della Val Vibrata, costituito da tante realtà più o meno grandi, corre il rischio di un progressivo spopolamento a causa della crisi degli ultimi anni, dei recenti eventi calamitosi e purtroppo dell’esodo giovanile. Il volume compie una riflessione sul ruolo che le aree marginali interne dovrebbero avere in un quadro di sviluppo e sostenibilità che il Paese è chiamato ad affrontare e sulle politiche necessarie a garantire pari accessibilità ai servizi essenziali a tutti i cittadini. Per Piccole Italie, infatti, si intendono quei territori che per ragioni geografiche e infrastrutturali soffrono la distanza dalla rete urbana e, ancor di più, dalle stesse città metropolitane. Eppure queste “Piccole Italie”, in cui vive ancora 1/6 della popolazione nazionale, rappresentano un elemento importante del pil nazionale, soprattutto sotto il profilo della produzione agricola. Ed ecco la tematica centrale del libro: è necessario trovare delle soluzioni per ripopolare le aree interne e questo è possibile attraverso le famiglie e lo sviluppo sostenibile delle potenzialità delle “piccole italie” che possono contribuire in maniera decisiva a salvare la “Grande Italia”. A tal fine le “Unioni dei comuni” possono rappresentare una corretta applicazione di una politica di spending review benefica e produttiva attraverso la quale ottimizzare il flusso di denaro in uscita e convogliarlo sullo sviluppo di risorse opportune per il territorio.
All’interno dell’evento, avrà luogo, altresì’, la consegna dei diplomi per il corso di Ricamo 2016/17, arte caratteristica del paese di Ancarano.