giovedì, Ottobre 29, 2020
Home > Italia > Mare forza 5, a 12 anni salva la famiglia gestendo contatti con Guardia Costiera

Mare forza 5, a 12 anni salva la famiglia gestendo contatti con Guardia Costiera

A soli 12 anni è riuscita a gestire le comunicazioni con le sale operative della Guardia costiera di Imperia e Genova, dando riferimenti ai soccorritori, mentre la barca a vela era in balia di un mare forza 5. E’ accaduto ieri sera 13 miglia a sud di Imperia. La piccola era con il padre di 57 anni e con i fratelli di 14 e 11 anni. I naufraghi sono stati recuperati dagli uomini della Guardia costiera, intervenuti con una motovedetta e un elicottero. Il ‘may day’ era stato lanciato alle 21.10, quando il natante ha cominciato ad imbarcare acqua.
Padre e figli, milanesi, erano partiti dalla Corsica. Nonostante le difficoltà che il mare agitato stava creando alla barca, la bambina è riuscita a segnalare alla Guardia costiera la posizione, poi ricevuta anche dal Gps della barca. I militari hanno sottolineato la lucidità della piccola che è divenuta punto di riferimento per i soccorritori. I naufraghi sono stati recuperati poco prima della mezzanotte e portati in ospedale a Imperia per controlli: stanno bene.

“Ha dimostrato una maturità fuori dal comune e una lucidità incredibile per essere solo una dodicenne. Si è messa alla radio e ha tenuto le comunicazioni, aggiornando di continuo la posizione della barca, mentre suo padre e i fratelli di 14 e 11 anni cercavano di manovrare l’imbarcazione fuori controllo: per noi è stata fondamentale”. Così il capitano di fregata Luciano Pischedda, comandante della capitaneria di porto di Imperia, descrive Arianna M. la bambina protagonista del salvataggio. Quando la motovedetta stava per raggiungere la famiglia, l’imbarcazione è divenuta incontrollabile e padre e figli l’hanno abbandonata rifugiandosi sulla zattera di salvataggio che dopo poco è stata avvicinata dall’imbarcazione della Guardia costiera e i militari hanno potuto recuperare i naufraghi. (Fonte ANSA)

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *