mercoledì, Ottobre 28, 2020
Home > Abruzzo > SEQUESTRATI 2.500 FIDGET SPINNER CONTRAFFATTI E/O NON CONFORMI

SEQUESTRATI 2.500 FIDGET SPINNER CONTRAFFATTI E/O NON CONFORMI

PESCARA – I militari della Guardia di Finanza di Pescara, nell’ambito delle attività di contrasto alla contraffazione e salvaguardia della sicurezza e della salute dei consumatori, hanno sequestrato 2.500 giocattoli denominati “FIDGET SPINNER” contraffatti o immessi in commercio senza le prescritte dichiarazioni di origine, tutti provenienti dalla Repubblica
Popolare Cinese.

Il “FIDGET SPINNER” è una piccola “trottola” che ruota intorno all’asse principale tenuto fermo tra le dita di una mano. Il gioco è stato concepito per assolvere alla funzione di antistress e favorire la concentrazione mentale ed è diventato ormai diffusissimo soprattutto fra le fasce d’età più giovani a livello mondiale.

Nell’ambito di mirate attività info-investigative, finalizzate a monitorare il commercio del particolare prodotto, militari del Nucleo di Polizia Tributaria di Pescara, effettuavano numerosi controlli presso vari esercizi commerciali presenti nel territorio della provincia di Pescara, riuscendo a rinvenirne e sottoporre a sequestro oltre 2.500 pezzi, tutti privi delle prescritte certificazioni in materia di giocattoli e/o contraffatti.

L’attività delle Fiamme Gialle, a seguito dell’approfondita analisi dei documenti fiscali, ha consentito, inoltre, di risalire ai fornitori dei predetti articoli, di stanza, oltre che in Abruzzo, in Veneto ed in Campania.
L’attività di servizio si è conclusa con la denuncia alla Procura della Repubblica di nr. 7 soggetti (di cui 5 extracomunitari), per i reati di contraffazione, frode in commercio e ricettazione.

L’attività eseguita testimonia il costante presidio esercitato dalla Guardia di Finanza a contrasto delle varie forme di abusivismo, della contraffazione e del commercio di prodotti irregolari e che si conferma anche attraverso la piena disponibilità offerta ai cittadini a chiarire ogni tipologia di dubbi sulla genuinità e sicurezza dei prodotti.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *