mercoledì, Ottobre 27, 2021
Home > Abruzzo > CONFARIGIANATO, MERCATINI: AIUTARE LE IMPRESE, NON TASSARLE

CONFARIGIANATO, MERCATINI: AIUTARE LE IMPRESE, NON TASSARLE

GLI AMMINISTRATORI COMUNALI VOGLIONO FARE CASSA CON I MERCATINI ESTIVI – ALL’EX ASSESSORE CORSI PIU’ VOLTE ABBIAMO CONSIGLIATO CHE L’OBIETTIVO PRINCIPALE DEL COMUNE DOVREBBE ESSERE AIUTARE LE IMPRESE E NON TASSARLE ULTERIORMENTE AGGIUNGENDO LA TASSA SULL’OCCUPAZIONE DEL SUOLO PUBBLICO ALLE TANTE CHE GIA’ PAGANO – SEMPRE PER FARE CASSA LA GIUNTA DELIBERO’ DI AUTORIZZARE 2 MERCATINI NELLO STESSO GIORNO ALLA STESSA ORA UNO SUL LUNGOMARE DI MARTINSICURO E L’ALTRO A VILLA ROSA IN VIA FILZI. IERI SERA A VILLA ROSA DI MARTINSICURO NE ABBIAMO CONTATI ADDIRITTURA 2 PER UN TOTALE DI 3. SE LE COSE NON CAMBIERANNO SAREMO COSTRETTI, SU QUESTO ARGOMENTO, A FAR INTERVENIRE LA PROCURA DI TERAMO PER TUTELARCI.

L’anno scorso la stessa Giunta e lo stesso Assessore ci assegnò date e località non richieste dalla ns. Associazione che ci costrinsero a rinunciare ad organizzare i mercatini a Martinsicuro e a presentare un esposto alla Procura di Teramo. Quest’anno abbiamo richiesto, già nel lontano ottobre 2016, di realizzare i mercatini sul lungomare di Martinsicuro ma l’autorizzazione ci è stata negata. Siamo stati costretti, nostro malgrado pena la rinuncia, ad accettare di organizzarli a Villa Rosa di Martinsicuro in concomitanza con il mercatino concesso sul lungomare a CONFCOMMERCIO e CONFESERCENTI.

Avevamo pregato l’ex Assessore Corsi affinchè ci permettesse di cambiare almeno il giorno ma lo stesso ha sempre sostenuto che erano due località diverse e quindi non concorrenziali.

Ad aggravare la situazione sono intervenute le prese di posizione della Dott.ssa Cichetti la quale nel periodo elettorale, pensiamo di sua iniziativa in quanto l’Assessore era dimissionario, ha richiesto alla ns. Associazione una appendice integrativa nella quale aggravava le spese da sostenere richiedendo la presenza degli Steward e la riduzione da due file ad una su via Filzi.

Tutto ciò ci ha portati ad annullare il primo mercatino del 25 giugno 2017 e ieri, attenendoci alle sue disposizioni, come preannunciato, abbiamo avuto una scarsa partecipazione in quanto molti, giustamente secondo noi, hanno scelto il lungomare di Martinsicuro piuttosto che una strada interna al lungomare stesso come via Filzi.

Lamentiamo anche la mancata presenza 48 ore prima del divieto di parcheggio in via Filzi; durante l’orario di divieto di sosta abbiamo trovato alcune macchine parcheggiate ma chiamando per chiedere l’intervento dei vigili urbani gli stessi ci hanno risposto che non potevano multare le macchine in quanto non erano stati rispettati i tempi di preavviso. Questa è la grande organizzazione dell’ufficio Commercio? non vogliamo pensare che sia stata fatta per crearci ulteriori problemi.

Alle ore 20,30, presenti sul posto, non abbiamo visto nessun Steward sul lungomare di Martinsicuro, come anche l’occupazione in doppia fila come da foto.

Abbiamo chiesto all’ex Assessore Corsi di sostituire la domenica con il sabato sera ma purtroppo non ci è stato accordato con tutti i danni di immagine ed economici.

Chiediamo alla nuova Amministrazione se è possibile sostituire il giorno o almeno alternare una domenica alla CONFARTIGIANATO sul lungomare e una domenica agli altri. Questo significherebbe effettuare un’equa ripartizione e non favorire altri a danno nostro.

Facciamo presente che sul lungomare erano presenti oltre 120 ambulanti i quali hanno occupato tutto lo spazio messo a disposizione. Come già preannunciato all’Assessore e alla sua dirigente dott.ssa Cichetti molti che normalmente sono presenti al nostro mercatino hanno scelto il lungomare di Martinsicuro ad una strada all’interno di Villa Rosa.

Abbiamo chiesto alla Dott.ssa Cichetti se mercoledì 28 giugno 2017 ha vietato la disposizione in doppia fila su via Filzi in quanto, come è possibile verificare dalle foto, se così fosse questo divieto non è stato rispettato. Non vorremmo pensare che solo alla ns. Associazione ha vietato la doppia fila di gazebo e la presenza degli Steward sul lungomare sarebbe proprio troppo. Ha risposto con una diffida alla Conflavoro che ha trasgredito i suoi ordini. Ci sembra poco.

Speriamo che il nuovo Sindaco e la nuova Amministrazione voglia in futuro provvedere ad un’equa ripartizione sull’assegnazione dei mercatini estivi. Stiamo valutando se, per la uscente Giunta e sempre su questo argomento, rivolgerci alla giustizia per avere equità evitando favoritismi.

Confartigianato Imprese Teramo – Unione Provinciale Artigiani di Teramo