venerdì, Luglio 30, 2021
Home > Mondo > Riesumato il cadavere di Salvador Dalì: “Io sono sua figlia”

Riesumato il cadavere di Salvador Dalì: “Io sono sua figlia”

Il genio, il maestro, l’arte fatta persona e sublimata nell’estremo concepimento del parossismo dell’espressione, non finisce di stupire. Anche non essendo più di questo mondo, la vita di Salvador Dalì continua a far parlare di sé. E’ stata ordinata “in notturna” l’esumazione dei suoi resti su richiesta di una donna di 60 anni che dichiara di essere sua figlia. Così, l’eccelso maestro del surrealismo, si trova a vivere, da morto, una situazione senza dubbio surreale. Il gioco di parole è d’obbligo, Dalì non lo avrebbe disdegnato.  L’equipe incaricata dell’esumazione inizierà i lavori dopo le 20 nel Teatro-Museo dedicato al grande artista a Figueres, nella Catalogna del Nord. Le operazioni, dopo la chiusura del museo al pubblico, dureranno circa 5 ore, iniziando con la rimozione della lastra di marmo di 1,5 tonnellate che copre la tomba del pittore, morto il 23 gennaio del 1989.

I medici legali devono estrarre dal cadavere del genio del surrealismo, che venne imbalsamato con il formolo dopo la morte, campioni di unghie, denti e midollo, da cui ricaveranno il dna, che verrà confrontato con quello della presunta figlia, Pilar Abel. La donna, originaria di Figueres, sostiene di essere frutto di una relazione clandestina nel 1955 a Cadaques, sulla Costa Brava, fra il pittore e una domestica in una famiglia in vacanze nella zona.

Redazione
La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.