martedì, Ottobre 20, 2020
Home > Mondo > Terremoto di magniturdo 6,7 scuote l’isola di Kos e la città turca di Bodrum

Terremoto di magniturdo 6,7 scuote l’isola di Kos e la città turca di Bodrum

< img src="https://www.la-notizia.net/kos.jpg" alt="kos"

La terra trema e scuote l’isola greca di Kos, nel Mar Egeo e la città turca di Bodrum (antica Alicarnasso), provocando la morte di due turisti e 200 feriti. La scossa è stata di magnitudo 6,7. Il sisma è stato seguito un piccolo tsunami nell’area di Bodrum, dove l’acqua si è addentrata fino ad un centinaio di metri all’interno della costa. Non sono stati in questo caso registrati danni ingenti. Stanno proseguendo le cosse di assestamento. A rimanere uccisi durante il terremoto due turisti, un turco e uno svedese, colpiti dal crollo del tetto di un bar. I feriti sono 120 sull’isola di Kos – di cui tre gravi, riporta il Guardian – e 70 a Bodrum. La Farnesina e l’ambasciata d’Italia ad Atene sono al lavoro per escludere la presenza di connazionali tra le vittime o i feriti.

 

L’epicentro  è stato localizzato a 10 chilometri a sud di Bodrum e a 16 chilometri a sud di Kos, ad una profondita’ di 10 chilometri. Il sisma è stato avvertito fino alle isole di Rodi e Creta ed è stato generato dal blocco turco-anatolico, “che si muove abbastanza rapidamente verso ovest, verso l’Egeo, sotto la spinta dell’Arabia. In tutto l’Egeo, con Creta e le altre isole, ci sono poi deformazioni con faglie attive, che riaccomodano questi movimenti”, spiega Alessandro Amato dell’Ingv.

 

I turisti ospiti degli hotel, dopo aver recuperato i propri effetti personali, hanno però deciso di dormire all’aperto.

Le autorità turche hanno mandato una nave da Bodrum alla vicina isola greca di Kos per evacuare circa 200 turisti turchi. Lo rende noto il ministero degli Esteri di Ankara, spiegando di aver ricevuto una speciale autorizzazione da Atene per attraccare nel porto, che ha subito alcuni danni. Le autorità di Ankara hanno inoltre confermato che una delle due vittime accertate a Kos è di nazionalità turca, senza identificarla. Un altro turco rimasto ferito sarebbe in gravi condizioni ed è stato trasportato in ospedale ad Atene. (Fonte ANSA)

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *