venerdì, Ottobre 23, 2020
Home > Abruzzo > SANITA’: ENTRO 2019 CANTIERE NUOVO OSPEDALE DI VASTO

SANITA’: ENTRO 2019 CANTIERE NUOVO OSPEDALE DI VASTO

Chieti – L’obiettivo è ambizioso: arrivare, entro la fine della legislatura (e quindi a giugno 2019) alla cantierizzazione dei lavori per la realizzazione del nuovo ospedale di Vasto. Lo ha annunciato ieri mattina a Chieti il presidente della giunta regionale Luciano D’Alfonso, nel corso di una conferenza stampa in Provincia a cui hanno partecipato l’assessore alla programmazione sanitaria Silvio Paolucci, il presidente della commissione sanità del consiglio regionale Mario Olivieri (che si occuperà di seguire l’iter burocratico e amministrativo, in stretto contatto con la Regione, la Asl e il Comune di Vasto), il vice sindaco di Vasto Paola Cianci e il direttore generale della Asl Lanciano-Vasto-Chieti Pasquale Flacco.

“Le premesse ci sono tutte – ha puntualizzato D’Alfonso – ed è quindi nostra intenzione attivare tutte le procedure necessarie alla costruzione del nuovo nosocomio: moderno, sicuro e tecnologicamente avanzato. Un’opera che ci permetterà di rafforzare la cooperazione, anche in termini sanitari, con la Regione Molise”. L’investimento previsto è di circa 85 milioni di euro, finanziati in parte con i fondi statali, in parte con l’attivazione di un partenariato pubblico-privato. “Il piano di edilizia sanitaria regionale – ha aggiunto Paolucci – rappresenta la più grande conquista di questo governo regionale, perché un conto è avviare la programmazione, un conto è portare a casa risultati concreti come abbiamo fatto noi, a partire dai 143 milioni già disponibili e stanziati dal Governo Renzi”.

Complessivamente per la realizzazione dei 5 nuovi ospedali previsti in Abruzzo (Vasto, Lanciano, Sulmona, Avezzano e Giulianova, oltre alla riqualificazione del presidio di Penne), sono necessari 371 milioni di euro, 228 dei quali legati a trasferimenti statali. “La precedente amministrazione regionale – ha aggiunto l’assessore – aveva pensato di finanziare la parte restante ricorrendo alla sdemanializzazione delle aree occupate dagli attuali nosocomi e la loro vendita ai privati. Un’ipotesi bocciata dallo Stato, che ci ha spinto a verificare altre ipotesi, come quella del project financing”.

Nel frattempo, è in fase avanzata anche la progettazione della variante alla Statale 16 Adriatica tra Vasto e San Salvo, con l’apertura di un tracciato che affiancherà l’area di contrada Pozzitello dove sorgerà il nuovo ospedale e che sarà a servizio del presidio sanitario.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

2 thoughts on “SANITA’: ENTRO 2019 CANTIERE NUOVO OSPEDALE DI VASTO

  1. moderno, sicuro e tecnologicamente avanzato? In Italia? 85 milioni e 10 all’ospedale, se va bene. Pensate a migliorare il vecchio non fare sempre nuovo cemento per guadagnarci su.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *