giovedì, Ottobre 22, 2020
Home > Abruzzo > Teramo, lavori di adeguamento antincendio nelle scuole

Teramo, lavori di adeguamento antincendio nelle scuole

Già ottenuti 17 certificati su 23: in dirittura d’arrivo i mancanti; 750 mila euro di investimento

TERAMO  –  In dirittura d’arrivo il completamento dei lavori di adeguamento antincendio in tutte le scuole superiori della provincia. Con i 750 mila euro investiti (fondi propri di bilancio destinati alle scuole grazie alla vendita della Caserma dei carabineri di Teramo) sono stati realizzati gli interventi atti ad ottenere i Certificati Prevenzione Incendi laddove le strutture ne erano sprovviste. Sono già 17 le scuole certificate, all’appello – ma la documentazione e la richiesta sono  state inviate  – mancano ancora il “Pascal” di Montorio, l’Alberghiero “Di Poppa”, il classico “Delfico” e l’Iti di Teramo, l’Ipsia di Atri.

“In lavoro più sostanzioso è quello fatto sulle centrali termiche della scuole ma non è stato l’unico tipo di interventi  – spiega il consigliere delegato all’edilizia scolastica, Mirko Rossi – sono state installate trecento lampade di emergenza, altre settecentocinquanta saranno montate nelle prossime settimane. In questo momento, fra le altre cose, è in corso la fornitura dei maniglioni antipanico”.

Fra gli adeguamenti più significativi si segnalano le riparazioni ai gruppi antincendio allo Scientifico “Sturzo”, all’Itis e all’Ipsia di Teramo, all’Ipsia di Atri; l’acquisto di nuovi gruppi antincendio al “Delfico” e al Liceo Artistico di Teramo con l’attivazione e l’installazione di emergenza per le pompe di sentina: l’attivazione di una centralina rilevazione fumi all’ITIS di via San Marino e la sostituzione di quella esistente allo Scientifico, sempre a Teramo.

A Castelli sarà installata questa settimana la nuova centralina antincendio all’Istituto d’arte; infine, nelle scuole che superano i 500 studenti contemporaneamente presenti si sta provvedendo alla realizzazione degli impianti per la diffusione audio dei messaggi di allarme.

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *