giovedì, Ottobre 22, 2020
Home > Abruzzo > Inaugurato l’Ecocentro Comunale. Il sindaco: “Un ulteriore tassello”

Inaugurato l’Ecocentro Comunale. Il sindaco: “Un ulteriore tassello”

GULIANOVA – Si è avuta ieri, 31 luglio, presenti tra gli altri il sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regionale Mario Mazzocca, il dirigente del Servigio gestione rifiuti della Regione Franco Gerardini e la presidente dell’associazione “Rifiuti Zero Abruzzo” Luciana Del Grande, l’ inaugurazione dell’Ecocentro Comunale di via Fonte Noci, nella zona industriale di Colleranesco.

Aggiungiamo  – ha dichiarato il sindaco Francesco Mastromauro – un ulteriore tassello al percorso iniziato oltre otto anni fa e che oggi vede Giulianova primeggiare nella regione Abruzzo nella raccolta differenziata tra i Comuni con più di 20 mila abitanti in quanto sfioriamo il 70%. L’Ecocentro ci consentirà di differenziare ancora meglio  e contiamo, grazie a questo servizio, di migliorare ulteriormente i già soddisfacenti risultati ottenuti con 3-4 punti percentuali in più. Certo – prosegue il sindaco –  la nostra ambizione è quella di conseguire l’obiettivo “Rifiuti Zero”, ricordando che Giulianova è stato il primo Comune abruzzese ad aver iniziato questo percorso con il suo ingresso nella Rete Nazionale Rifiuti Zero il 29 dicembre 2011 e quindi nella Comunità il 16 ottobre 2012. Debbo ringraziare tutti coloro i quali si sono attivati nel corso di questi anni affinché l’Ecocentro divenisse realtà e, in particolare, Gabriele Filipponi, già delegato all’Ambiente, e l’attuale assessore Fabio Ruffini”.

E proprio Fabio Ruffini aggiunge a quella del sindaco la propria soddisfazione. “E’ vero. C’è stato bisogno di tempo per fare in modo che l’Ecocentro vedesse finalmente la luce. Però adesso c’è, e già da domani sarà pienamente operativo. Siamo orgogliosi e soddisfatti – prosegue Ruffini – di aver raggiunto questo obiettivo in un anno, il 2017, che per Giulianova è stato colmo di prestigiosi riconoscimenti: la Bandiera Blu, la Bandiera Verde, le Spighe Verdi, l’inserimento nel circuito dei Comuni Ecocampioni e in quello dei Borghi Storici marinari. Davvero abbiamo fatto l’en plein. Con l’Ecocentro Comunale ci sarà anche la possibilità di ristorare coloro che con la raccolta differenziata aiutano a migliorare i servizi e ad abbassare i costi”.

Le utenze domestiche accedono all’Ecocentro con la Tessera Sanitaria. La lettura della tessera tramite il Totem interattivo permette di riconoscere l’utenza iscritta al ruolo TARI, di monitorare i conferimenti e la tipologia dei rifiuti. La nuova informatizzazione consente di definire in modo puntuale il numero dei conferimenti annuali e rende possibili iniziative volte a premiare i cittadini più virtuosi nel praticare la raccolta differenziata dei rifiuti.

Le utenze non domestiche ubicate nel territorio comunale, regolarmente iscritte al ruolo TARI possono conferire i soli rifiuti che rientrano tra quelli assimilabili agli urbani sia per qualità che per quantità previa compilazione di apposita modulistica. I rifiuti speciali non assimilati ai rifiuti urbani devono essere, a termini di legge, smaltiti dalle stesse utenze non domestiche in forma autonoma.

 

Elenco delle tipologie di rifiuti ammessi:

  • Carta e cartone
  • Imballaggi lignei
  • Legno da mobilio
  • Rottami ferrosi
  • Vetro da imballaggio
  • Lastre di vetro e specchi
  • Imballaggi in plastica e metalli (multimateriale), polistirolo da imballaggio
  • Beni durevoli in plastica  (mobili da giardino, tubi, tapparelle…)
  • Rifiuti biodegradabili di mense e cucine, rifiuti verdi (sfalci d’erba,fogliame, ramaglie…)
  • Raee: frigoriferi, congelatori e condizionatori (R 1)
  • Raee: altri elettrodomestici bianchi:lavatrici, lavastoviglie, cucine (R 2)
  • Raee: televisori e monitor di computer (R 3)
  • Raee: piccoli elettrodomestici (R 4)
  • Raee: lampade al neon a basso consumo fonti luminose (R 5)
  • Rifiuti ingombranti (materassi, poltrone,divani…)
  • Pneumatici fuori uso
  • Materiale inerte: ceramica e terracotta,calcinacci, mattonelle,sanitari…(solo piccole quantità da lavori di manutenzione domestica)
  • Prodotti tessili, indumenti usati
  • Accumulatori al piombo e batterie d’avviamento(solo da utenze domestiche)
  • Cartucce toner da stampanti e fotocopiatori
  • Oli alimentari esausti (oli da cucina)
  • Oli lubrificanti esausti(oli motore minerali e sintetici)
  • Vernici,solventi ed altri prodotti pericolosi
  • Farmaci scaduti
  • Contenitori marcati T/F con residui di prodotto
  • Pile esaurite

Non possono essere conferiti l’indifferenziato-secco non riciclabile, i rifiuti speciali non assimilabili agli urbani (derivanti da attività produttive), quelli contenenti amianto né i liquidi infiammabili ed esplosivi, il catrame e parti d‘auto.

Al fine di consentire il corretto funzionamento dell’Ecocentro, i materiali conferiti saranno accettati compatibilmente con la capacità di ricezione dell’area. Gli utenti nella fase di smaltimento devono disporre i rifiuti conferiti negli appositi contenitori in modo ordinato, occupando il minor spazio possibile ed inoltre lasciando pulita la zona di scarico. Il personale addetto ha il compito di accogliere gli utenti e di guidarli nel corretto conferimento oltre al controllo della conformità dei rifiuti. Ha inoltre facoltà di respingere in qualsiasi momento chiunque non sia in grado di esibire i documenti richiesti, nonché coloro che intendono conferire rifiuti diversi da quelli ammessi.

L’Ecocentro Comunale è aperto il lunedì, il mercoledì, il venerdì ed il sabato dalle ore 9 alle 13 nonché il martedì ed il giovedì dalle ore 14 alle 18.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *