mercoledì, Settembre 22, 2021
Home > Mondo > Usa contro Pyongyang, Jeffress: “Trump autorizzato da Dio ad eliminare Kim”

Usa contro Pyongyang, Jeffress: “Trump autorizzato da Dio ad eliminare Kim”

< img src="https://www.la-notizia.net/dio.jpg " alt="dio”

“Dio ha autorizzato Trump ad eliminare Kim”. A pensarci bene sembra la parata della follia. Ma di una follia molto pericolosa. Minacce reciproche, possibili attacchi a colpi di testate nucleari. Ma questo non è un gioco. Kim Jong-un e Donald Trump sembrano due ragazzini che si sfidano ad un gioco di guerra virtuale.

Purtroppo non è così. Sono due leader, due capi di Stato che hanno il comando della stanza dei bottoni. E come due ragazzini, si provocano a vicenda e rispondono alle provocazioni per affermare la propria supremazia. Un gioco che, se sfuggisse al controllo, potrebbe costare molte vite umane. Kim Jong-un potrebbe attaccare la base di Guam.

Trump risponde che l’America reagirà a fuoco e furia, come il mondo non ne ha mai visti. E adesso, come se non bastasse, nel dibattito entra a gamba tesa Robert Jeffress, pastore battista di un chiesa in Texas, uno tra i principali consiglieri del presidente degli Stati Uniti: “Dio ha autorizzato Trump ad eliminare Kim Jong-un”.

“Quando si tratta di combattere i malvagi – spiega Jeffress – la Bibbia, nella Lettera ai Romani, è molto chiara: Dio ha concesso a chi governa di utilizzare ogni mezzo necessario – inclusa la guerra – per fermare il diavolo. Nel caso della Corea del Nord, Dio ha autorizzato Trump ad eliminare Kim Jong-un”.

Ma qui chi è il bene e chi è il male? Una simile affermazione in un contesto di clima internazionale ormai incandescente ha il suono della beffa. E del ridicolo. Trump investito di missione divina? Siamo tornati indietro di millenni. Il Medioevo oscurantista in confronto sembra un’epoca illuminata. Poi, si viene a sapere, che sarebbe stato Trump a spingerlo a prendere posizione dopo l’affermazione che “Pyongyang sarà travolta da fuoco e fiamme“.

“Il mio primo ordine da Presidente  – dichiara ancora Trump – e’ stato rafforzare e ammodernare il nostro arsenale nucleare. E’ ora piu’ forte e piu’ potente che mai. Speriamo di non dover mai usare questa forza”.

Quello che è chiaro è che la Corea del Nord starebbe “considerando” un piano per colpire il territorio statunitense di Guam, secondo quanto riportano i media internazionali citando fonti militari di Pyongyang.

Media americani, tra cui la Cnn e la Fox, citano un comunicato diffuso dall’agenzia ufficiale nordcoreana Kcna (non e’ chiaro se prima o dopo l’intervento di Trump) in cui un portavoce dell’esercito nordcoreano menziona recenti manovre militari Usa che “possono provocare un pericoloso conflitto”.

Lucia Mosca