venerdì, Ottobre 30, 2020
Home > Marche > Dal Fondo Europeo contributi per l’innovazione nella pesca

Dal Fondo Europeo contributi per l’innovazione nella pesca

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Regione Marche ha emanato due bandi per la concessione di contributi del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e Pesca (FEAMP) 2014/2020. I bandi hanno come finalità quella di sostenere azioni per l’innovazione, il rispetto della risorsa ittica e la salute e sicurezza dei lavoratori.

Il primo bando è orientato alla promozione della pesca sostenibile sotto il profilo ambientale, dell’efficienza in termini di risorse, innovatività, competitività e conoscenze con l’obiettivo di limitare dell’impatto della pesca sull’ambiente marino e adeguare la pesca alla protezione delle specie, favorendo l’eliminazione graduale dei rigetti in mare e facilitando la transizione verso uno sfruttamento sostenibile delle risorse. Possono presentare domanda i proprietari di imbarcazioni da pesca, i pescatori che possiedono attrezzature da sostituire, le organizzazioni di pescatori. Sono disponibili complessivamente 130.000 euro.

 L’altro bando è orientato alla salute e sicurezza dei pescatori e ha la finalità di migliorare le condizioni di igiene, salute, sicurezza e lavoro dei pescatori. Possono presentare domanda di contributo i pescatori e proprietari di imbarcazioni da pesca. L’importo complessivo posto a bando è di € 300.000,00.

Le domande vanno presentate entro 60 giorni dalla pubblicazione del bando sul Bollettino Ufficiale Regione Marche che non è ancora avvenuta. Per informazioni rivolgersi al dr. Giacomo Candi, responsabile del procedimento, tel. 0718063201, e mail: giacomo.candi@regione.marche.it.

 

Per maggiori informazioni consultare il sito della Regione a questo indirizzo:

http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Agricoltura-Sviluppo-Rurale-e-Pesca/Fondo-Europeo-per-la-pesca

 

“Spero vivamente – dice l’assessore alle politiche del mare Filippo Olivieri – che gli armatori sambenedettesi non si lascino sfuggire questa importante occasione che può fornire un importante sostegno ad un comparto da tempo in crisi e, nel contempo, porlo ad un maggiore livello di consapevolezza circa la protezione delle specie ittiche e di innalzamento dei livelli di sicurezza dei lavoratori del mare”.

 

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *