sabato, Settembre 18, 2021
Home > Mondo > I terroristi di Barcellona in Francia prima dell’attentato

I terroristi di Barcellona in Francia prima dell’attentato

I terroristi degli attentati di Barcellona erano in Francia poche settimane prima dell’attentato. Lo ha affermato il ministro dell’Interno, Gerard Collomb, sottolineando che l’Audi A3 utilizzata per l’attacco a Cambrils era stata fotografata da un autovelox nella regione parigina. ‘Questo gruppo è venuto a lavorare a Parigi ma è stata un’andata e ritorno rapida’ ha aggiunto. È finita la fuga di Younes Abouyaaqoub: il 22enne marocchino autista-killer di Barcellona, ucciso a Subirats, a nord della città catalana. Le salme delle vittime italiane e la moglie e i figli di Bruno Gulotta, accolti la notte scorsa dal presidente Mattarella a Roma, sono arrivare a Verona con il Boeing dell’Aeronautica militare. Ad accoglierli il Governatore Luca Zaia.

Younbes Abouyaaqoub, il killer della Rambla ucciso ieri nei vigneti di Soubirat, avrebbe fatto 34 chilometri a piedi da solo per sfuggire alle ricerche e ai posti di blocco della polizia camminando di notte e dormendo di giorno, secondo la prima ipotesi degli inquirenti ripesa dalla stampa spagnola. Quando è stato finalmente intercettato e ucciso, Younes aveva un aspetto sporco e trascurato, scrive La Vanguardia. L’ultima volta che era stato visto, da un testimone giovedì sera alla periferia di Barcellona, si trovava a 34 chilometri dal luogo in cui è stato ucciso. Younes era solo. Ma non portava gli stessi abiti che aveva giovedì nell’attacco contro la folla alla Rambla. Non è chiaro dove possa esserseli procurati. Gli altri 11 terroristi, membri della cellula isis,  non potevano aiutarlo, erano morti o detenuti. Indossava una falsa cintura esplosiva e aveva con se’ tre coltelli. Il giorno prima sua madre aveva lanciato un appello perchè si consegnasse alla polizia: “preferisco vederlo in prigione piuttosto che morto”.

A cinque giorni dagli attentati di Barcellona e Cambrils ci sono ancora 43 feriti ricoverati, 7 dei quali considerati in condizioni critiche, riferisce la tv pubblica spagnola Rtve. I due attentati avevano fatto 15 morti, tra cui 3 italiani, e 134 feriti. Tutte le vittime sono state identificate. (Fonte ANSA)