giovedì, Ottobre 22, 2020
Home > Abruzzo > Teramo, scuole: in attesa dei Musp niente doppi turni, al via censimento delle aule disponibili

Teramo, scuole: in attesa dei Musp niente doppi turni, al via censimento delle aule disponibili

Teramo – Le scuole riapriranno l’11 settembre. E’ il dato certo per il sindaco Maurizio Brucchi che ha garantito, a conclusione del tavolo di lavoro di ieri, la riapertura delle scuole senza ricorrere al doppio turno.

Il primo cittadino, infatti, ha richiesto alle Dirigenti scolastiche di fornire una dettagliata relazione circa la disponibilità di spazi all’interno dei propri istituti. Con questi ed altri che saranno messi a disposizione dalla Provincia e dall’Università sarà possibile la puntuale ripresa delle attività scolastiche. Pertanto le scuole che necessitano di lavori di miglioramento/adeguamento saranno dislocate nelle diverse aule requisite.

Procedono, intanto, le verifiche in Lc3 delle scuole con indice di vulnerabilità inferiore a 0.2: Molinari, De Jacobis, Piano della Lenta, San Giorgio, Fornaci – Cona, San Berardo e per i risultati si dovrà attendere probabilmente almeno un’altra settimana e da lì la decisione di quali riapriranno e quali rimarrano chiuse.

Il sindaco, durante l’incontro, ha ribadito, inoltre, il finanziamento del polo scolastico della San Giuseppe nell’area dello stadio e che andrà ad accogliere 900 studenti. Altra notizia, la conferma dell’arrivo dei Musp, i moduli provvisori, nell’area della scuola D’Alessandro che andranno ad ospitare 889 ragazzi.

La scelta è andata su tale sito in quanto rispondente ad alcuni requisiti esplicitamente richiesti dal Ministero, e precisamente: la scuola è già stata sottoposta a verifiche di vulnerabilità sismica; l’area è di proprietà comunale; la destinazione della stessa, nel PRG, è ad “uso scolastico”; è geologicamente idonea all’intervento; è parzialmente dotata di infrastrutture primarie.

I Musp costituiranno così una struttura Jolly che consentirà l’esecuzione dei lavori di adeguamento delle scuole e di realizzazione del nuovo polo. E’ probabile che i moduli provvisori arrivino entro sei mesi a lotti, un primo lotto entro 60 giorni e poi a mano a mano fino ad accogliere tutti gli 889 alunni.

Non sembrano comunque placarsi gli animi dei genitori sempre più preoccupati per l’approssimarsi dell’inizio dell’anno scolastico e non più disposti ad essere tolleranti sulla mancanza di chiarezza. Rimane confermata la manifestazione di venerdì 25 alle 10 in Piazza Orsini a Teramo per discutere dei Musp e della sicurezza delle scuole.

A.S.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *