martedì, Ottobre 20, 2020
Home > Abruzzo > “LA CASA E’ UN DIRITTO, NON UN PRIVILEGIO”, TERAMO UN ANNO DOPO

“LA CASA E’ UN DIRITTO, NON UN PRIVILEGIO”, TERAMO UN ANNO DOPO

TERAMO – “E’ passato un anno dal terribile terremoto del 24 agosto 2016 e ora possiamo dirlo: la classe politica teramana ha fallito miseramente.

La nostra città è ferma ad un punto morto e ancora oggi i nostri amministratori navigano a vista. Non è partito un solo cantiere e restano fuori dalla proprie abitazioni oltre mille famiglie di nostri concittadini; molti sono sfollati lungo gli alberghi della costa, altri si trovano in autonome sistemazioni sparse nel territorio, mentre i più “fortunati”, che non hanno avuto danni dal sisma, restano nel capoluogo trovando tuttavia un tessuto sociale oramai disgregato.

E’ sotto gli occhi di tutti la fine che Teramo ha fatto e non passa giorno che qualcuno non imprechi contro chi è stato solo capace di fare annunci.

Non vogliamo colpo ferire contro questi piccoli uomini politici che hanno tolto l’anima alla nostra bella Teramo, vogliamo al contrario essere noi i protagonisti della rinascita della città che amiamo e per farlo ci stiamo impegnando per portare avanti una battaglia per quello che attualmente è il problema principale: la casa.

Solo chi ha un tetto sicuro sotto il quale dormire puo’ progettare il proprio futuro e questo per noi è ben chiaro.

Le nostre idee sono molto semplici quanto efficaci e riguardano la rivalorizzazione di Via Longo attraverso un’opera di ristrutturazione completa delle abitazioni esistenti; un piano di edilizia popolare che consegni agli sfollati e ai più bisognosi almeno 500 appartamenti da costruire secondo le più sicure norme antisismiche in tempi brevi; un piano di edilizia scolastica concertato con le famiglie degli alunni; un tavolo tecnico permanente con rappresentanti dei cittadini – sfollati in primis; la requisizione di tutte le case sfitte da mettere a disposizione attraverso un canone sociale; la destinazione di un contributo a tutte le persone colpite dagli sfratti per morosità “incolpevole”.

Abbiamo per troppi anni affidato Teramo a persone che si sono rivelate incompetenti patentati, è ora che i cittadini riprendano in mano il loro di diritto di decidere e di partecipare alle scelte strategiche.

Per farlo a breve convocheremo insieme ad altre realtà cittadine un’assemblea aperta a tutti dove pianificare le future azioni di lotta. Annunciamo sin da subito di voler organizzare una grande manifestazione di piazza dove rivendicare a gran voce il diritto all’abitare”.

Centro Politico Comunista Sandro Santacroce – Rifondazione Comunista Teramo – ASIA USB Teramo

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *