sabato, Ottobre 31, 2020
Home > Italia > Affetto da talassemia vomita sangue: nessuna ambulanza lo soccorre

Affetto da talassemia vomita sangue: nessuna ambulanza lo soccorre

E’ la sera del 3 agosto ed un uomo, 42 anni, affetto da talassemia, finisce a terra privo di sensi nella stazione centrale a Napoli. Catalogato come codice giallo, viene comunicato che non ci sono ambulanze disponibili.  Il 42enne vomita sangue. Ma per il 118 si tratta sempre di un codice giallo.  In realtà sono due le ambulanze disponibili. Ma nessuna lo è per soccorrere un codice giallo che in realtà sarebbe dovuto diventare rosso. Quattro infermieri sono ora sottoposti a procedure disciplinari.

La Procura ha aperto un fascicolo. “Ci sono gravi responsabilità dei dipendenti”: con questa motivazione è stato notificato a quattro infermieri del 118 l’avvio del procedimento disciplinare. Trenta minuti sono quelli finiti sotto inchiesta: sono quelli trascorsi dalla prima chiamata all’arrivo dell’eliambulanza. E’ stato detto che non c’erano ambulanze disponibili. Ma non era vero.

“Sono allibito, sconfortato”, dichiara Giuseppe Galano, direttore della centrale operativa del 118: “Non mi sarei mai aspettato un comportamento così ingiustificabile che mette una macchia terribile sul lavoro di centinaia di operatori del 118”.

Sono le ore 21.02 del 3 agosto: Mario D’Aiello, affetto da talassemia, attende un amico in stazione. Vomita sangue, si accascia a terra. Viene chiamato il 118. Un’ambulanza arriva alle 21.33, dopo essere stata allertata alle 21.25. L’uomo non ce la fa.

De Luca attacca: “Si procederà con estremo rigore sul piano disciplinare anche sul caso della morte al Loreto mare del 23enne Scafuri. Per quello che emerge sono stati evidenziati profili che appaiono intollerabili”

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *