mercoledì, Dicembre 1, 2021
Home > Mondo > Escalation nucleare, si teme per il 9 settembre: nuovo test?

Escalation nucleare, si teme per il 9 settembre: nuovo test?

< img src="https://www.la-notizia.net/escalation.jpg" alt="escalation"

Il Primo ministro dell’Australia Malcolm Turnbull commenta l’attuale situazione, in continua escalation, mentre la Corea del Sud mette in campo un nuovo sistema di difesa missilistica e la Cina effettua esercitazioni a scopo difensivo contro un “attacco a sorpresa” che potrebbe venire dal mare.

Turnbull è molto chiaro:”Io non sono una persona che abbia paura e questa è una minaccia molto grave … è il momento più pericoloso sulla penisola coreana fin dalla fine della guerra coreana “.

“Sarebbe un’azione suicida da parte di Kim Jong-un, ma sarebbe una catastrofe completa. Detto questo, rimango fiducioso che la comunità mondiale effettuerà una maggiore pressione economica sulla Corea del Nord che potrebbe portare il regime a più miti consigli “.

Putin sostiene che saremo in grado di risolvere la crisi della Corea del Nord con mezzi diplomatici. Nel mentre si presume che Kim Jong-un mettereà a punto altri test missilistici sabato 9 settembre,  69° anniversario della fondazione della Corea del Nord.

Turnbull ha parlato mercoledì con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, accosentendo di aumentare la pressione sulla Cina per intervenire e forzare la Corea del Nord a fermare il suo programma di armi nucleari.

Steven Mnuchin ha invece già elaborato nuove sanzioni che penalizzerebbero tutti i paesi che commerciavano con la Corea del Nord.

In effetti il presidente americano Donald Trump ha dichiarato in più occasioni che l’azione militare “non è la prima scelta” ma ha aggiunto malinconicamente “vedremo cosa succede”. Questo dopo l’escalation verbale sostenuto con Kim Jong-un per l’intero mese di agosto.

Dopo settimane di tensione crescente, la Corea del Sud e gli Stati Uniti discutono sullo schieramento di vettori aerei e bombardieri strategici lungo la penisola coreana.

La Cina non si fida di qualsiasi alleato militare sostenuto dagli Stati Uniti nell’area e ha ripetutamente espresso rabbia per lo schieramento di un sistema anti-missile americano di difesa in Corea del Sud.