venerdì, Giugno 18, 2021
Home > Italia > Non ci fu alcun incidente domestico: moglie uccisa per 20 euro

Non ci fu alcun incidente domestico: moglie uccisa per 20 euro

Un femminicidio fatto passare per incidente domestico. Ma alla fine la verità è venuta a galla. Una serie infinita si litigi, e poi l’exploit, solo per avere 20 euro. Le avrebbe dato fuoco dopo averle gettato addosso del liquido infiammabile. Ora per Sebastiano Iemmolo, 36 anni, di Rosolini, sono scattate le manette: è accusato dell’omicidio della moglie, Laura Pirri, 31 anni, deceduta all’ospedale Civico di Palermo il 25 marzo scorso dopo 18 giorni di agonia.

L’uomo aveva dichiarato agli inquirenti che si era trattato di un incidente domestico, provocato dall’esplosione della bombola da campeggio che stavano utilizzando per cucinare. E’ stato il figlio dei due, dell’età di appena 10 anni, a modificare completamente il quadro affermando di aver assistito all’omicidio della madre.

Il procuratore Francesco Paolo Giordano, che ha coordinato le indagini, ha voluto vederci chiaro mettendo sotto intercettazione ambientale la casa della madre dell’uomo dove era andato a vivere dopo il sequestro della casa coniugale. La donna negli anni sarebbe stata vittima dei maltrattamenti dell’uomo, persona violenta, che per futili motivi avrebbe anche incendiato l’auto di un vicino. Il Gip Michele Consiglio ha emesso il provvedimento di arresto con l’accusa di omicidio, maltrattamenti, lesioni, incendio e calunnia.

Redazione
La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.