mercoledì, Ottobre 27, 2021
Home > Italia > La terra trema ancora. Ed è di nuovo paura

La terra trema ancora. Ed è di nuovo paura

< img src="https://www.la-notizia.net/paura.jpg " alt="paura”

Un territorio ormai flagellato e martoriato che non può smettere di avere paura. Ieri sera, alle 21:58, l’ennesima scossa, di magnitudo 3.7 (aggiornata al ribasso da 3.9). Non è stato registrato nessun danno a persone o cose. Tuttavia nell’Aquilano il terrore di rivivere il passato ha fatto scendere in strada molte persone. C’è chi ha anche deciso di non rientrare a casa per la notte.

Oggi, in via precauzionale, rimangono chiuse le scuole di Avezzano, Tagliacozzo e Scurcola Marsicana. Sarebbe stato il primo giorno di scuola. Si tratterebbe, secondo l’Ingv, dell'”attivazione di una nuova struttura”. Ora si dovrà verificare se si tratta di un evento isolato o dell’avvio di una nuova sequenza.

Queste le parole del presidente dell’Ingv, Carlo Doglioni: “Il terremoto si è verificato in una zona a sud di Campotosto e vicinissima ad Avezzano, sede del terremoto del 1915: una delle zona più sismiche d’Italia”.La scossa è stata avvertita anche nel Reatino e a Roma.

Numerosi i commenti sui social che parlano, soprattutto per chi ha vissuto il terribile evento sismico del 2016, di rinnovata paura: “Basta non se ne può più! Trema di nuovo!” Quest’ultima scossa non ha però nulla a che fare con la sequenza del 24 agosto 2016 né con la struttura relativa al sisma de L’Aquila del 6 aprile 2009.

Ad Avezzano il sindaco, Gabriele De Angelis, comunica su Facebook di aver firmato un’ordinanza “a scopo precauzionale, per la sospensione delle attività didattiche delle scuole di ogni ordine e grado per poter effettuare una immediata verifica degli edifici”.

Stessa decisione è stata presa dal sindaco di Tagliacozzo, Vincenzo Giovagnorio, “sentiti i tecnici comunali e la dirigente scolastica al solo scopo di permettere un’agevole ricognizione delle strutture”.

Intanto ieri le forti piogge che si sono abbattute sul reatino hanno causato disagi in città e in provincia. Allagamenti nelle strade ed anche nelle abitazioni private soprattutto ai piani sotto il livello stradale. Ad Antrodoco si sono verificate frane che stanno causando disagi alla viabilità e preoccupazione tra i residenti già fiaccati dagli incendi dei giorni scorsi.