sabato, Ottobre 24, 2020
Home > Italia > La terra trema ancora. Ed è di nuovo paura

La terra trema ancora. Ed è di nuovo paura

< img src="https://www.la-notizia.net/paura.jpg " alt="paura”

Un territorio ormai flagellato e martoriato che non può smettere di avere paura. Ieri sera, alle 21:58, l’ennesima scossa, di magnitudo 3.7 (aggiornata al ribasso da 3.9). Non è stato registrato nessun danno a persone o cose. Tuttavia nell’Aquilano il terrore di rivivere il passato ha fatto scendere in strada molte persone. C’è chi ha anche deciso di non rientrare a casa per la notte.

Oggi, in via precauzionale, rimangono chiuse le scuole di Avezzano, Tagliacozzo e Scurcola Marsicana. Sarebbe stato il primo giorno di scuola. Si tratterebbe, secondo l’Ingv, dell'”attivazione di una nuova struttura”. Ora si dovrà verificare se si tratta di un evento isolato o dell’avvio di una nuova sequenza.

Queste le parole del presidente dell’Ingv, Carlo Doglioni: “Il terremoto si è verificato in una zona a sud di Campotosto e vicinissima ad Avezzano, sede del terremoto del 1915: una delle zona più sismiche d’Italia”.La scossa è stata avvertita anche nel Reatino e a Roma.

Numerosi i commenti sui social che parlano, soprattutto per chi ha vissuto il terribile evento sismico del 2016, di rinnovata paura: “Basta non se ne può più! Trema di nuovo!” Quest’ultima scossa non ha però nulla a che fare con la sequenza del 24 agosto 2016 né con la struttura relativa al sisma de L’Aquila del 6 aprile 2009.

Ad Avezzano il sindaco, Gabriele De Angelis, comunica su Facebook di aver firmato un’ordinanza “a scopo precauzionale, per la sospensione delle attività didattiche delle scuole di ogni ordine e grado per poter effettuare una immediata verifica degli edifici”.

Stessa decisione è stata presa dal sindaco di Tagliacozzo, Vincenzo Giovagnorio, “sentiti i tecnici comunali e la dirigente scolastica al solo scopo di permettere un’agevole ricognizione delle strutture”.

Intanto ieri le forti piogge che si sono abbattute sul reatino hanno causato disagi in città e in provincia. Allagamenti nelle strade ed anche nelle abitazioni private soprattutto ai piani sotto il livello stradale. Ad Antrodoco si sono verificate frane che stanno causando disagi alla viabilità e preoccupazione tra i residenti già fiaccati dagli incendi dei giorni scorsi.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *