mercoledì, Ottobre 21, 2020
Home > Italia > Livorno, si spala il fango e si riaccende la speranza

Livorno, si spala il fango e si riaccende la speranza

LIVORNO – Il fango è ciò che rimane della tragedia vissuta dall’area di Livorno. L’acqua ha travolto ogni cosa, portando via con sé vite, oggetti, ricordi. Ed ora rimangono solo il dolore, la consapevolezza che l’emergenza poteva essere prevista, la rabbia.

Eppure proprio là, dove i sentimenti negativi dovrebbero avere la maggiore, prevale la volontà di rimboccarsi le maniche, di liberarsi dal fango, di ripartire. Cittadini, volontari, hanno iniziato a spalare. per riportare alla luce, insieme alle cose, anche la speranza. I volontari si sono riversati nella zona da ogni dove per aiutare i cittadini a superare lo stato emergenziale.  Con il violento nubifragio che si è abbattuto sull’area, i torrenti hanno rotto gli argini e sono esplosi, portando fango e detriti.

Qualcuno ha anche detto: “Ormai ci siamo abituati. Ed ogni volta tiriamo fuori il carattere e ripartiamo”. In realtà la polemica si fonda sul fatto che forse si tratta dell’ennesima emergenza che poteva essere prevista e scongiurata. La solidarietà ha abbracciato Livorno e dintorni portando braccia e sorrisi. Volontari, portuali, cittadini, tutti insieme lavorano per scavare e spalare. Nella speranza che, almeno la prossima volta, almeno un minimo passo avanti per quanto riguarda gli aspetti relativi alla prevenzione, sia stato fatto.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *