sabato, Ottobre 24, 2020
Home > Marche > Picenambiente, l’Ugl: “Attendiamo precisi interventi”

Picenambiente, l’Ugl: “Attendiamo precisi interventi”

ASCOLI PICENO – Si è svolto ieri mattina un lungo e serrato incontro tra il Presidente e l’Amministratore Delegato della Picenambiente e le OOSS. Lunga la fila delle richieste sindacali. “Usciamo  – si legge nella nota stampa divulgata dall’Ugl – da un’estate difficile per il servizio; particolarmente duro per i lavoratori e non edificante per la pulizia del territorio.

Certamente c’è stato qualche vuoto di comunicazione nella programmazione dei singoli eventi tra il Comune di San Benedetto del Tronto e Picenambiente che ha amplificato i disagi; ma l’implementazione tra organico, mezzi a disposizione e servizio da effettuare, è e rimane il nodo strutturale decisivo da sciogliere”.

L’UGL ha precisato, nel colloquio con l’amministratore delegato,che la svolta per recuperare un’eccellente servizio e rapporti positivi con i lavoratori passa da questa corretta ridefinizione strutturale.

“Ad oggi  – prosegue il sindacato – ci sono una infinità di carenze, piccole e grandi, che generano carichi e ritmi di lavoro di grande disagio ed aprono contenziosi; mezzi mancanti, sovraccarichi fuori norma, turni stressanti, mezzi rumorosi, servizio con tempo inclemente; e gli addetti alla raccolta porta a porta vivono in prima linea questa difficilissima condizione lavorativa.

Sarebbe un errore se l’Amministratore Delegato, invece di rimuovere come chiede il Sindacato  le cause che generano questi conflitti aziendali, usasse la mano pesante scaricando sui lavoratori loro non responsabilità”.

L’Amministratore delegato si è detto disponibile a rivedere l’ implementazione dell’organico, i mezzi, servizio, ma dopo lo spostamento dell’impianto di trasferenza da Pagliare.

L’ UGL ha ribadito la richiesta di una risposta operativa immediata, almeno per una parte dei punti prospettati.

“Le posizioni – così conclude la nota stampa – rimangono distanti, ma confidiamo in un possibile confronto costruttivo. Tutto dipenderà dagli atti che assumerà l’Amministratore Delegato”.

 

 

 

 

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *