venerdì, Ottobre 30, 2020
Home > Mondo > La Corea del Nord dichiara guerra al mondo

La Corea del Nord dichiara guerra al mondo

< img src="https://www.la-notizia.net/corea-del-nord.jpg" alt="corea del nord"

La Corea del Nord dichiara guerra al mondo. Stando alle affermazioni del regime, gli Stati Uniti hanno commesso un enorme errore con la nuova “risoluzione delle sanzioni” 2375 approvata dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite con il voto il martedì.

Secondo Pyongyang, gli Yankees, primi colpevoli della “risoluzione delle sanzioni”, meritano di essere “picchiati a morte come un bastone è adatto a un cane rabbioso”.

“Gli Yankees – si legge nella nota diramata dal regime – sono il nostro nemico giurato e non possono mai essere lasciati andare perché hanno massacrato e perseguitato il popolo coreano secolo dopo secolo. I gangster non saranno mai perdonati per aver calpestato senza pietà la nostra sovranità e il nostro diritto all’esistenza. C’è limite alla pazienza. Ora è il momento di annientare gli aggressori imperialisti Usa. Ridurremo la terraferma degli Stati Uniti in cenere e tenebre. Questa è l’intenzione della Corea del Nord”.

Nel mirino anche il Giappone che ha collaborato con gli Stati Uniti per l’elaborazione delle sanzioni.

“Il comportamento dei giapponesi, nemico giurato della nazione coreana – prosegue la nota –  ci provoca disgusto. I malvagi giapponesi non dovrebbero essere perdonati poiché non hanno mai fatto ammenda sincera per i crimini mai condannati contro i nostri popoli ma hanno agito in maniera disgustosa, ballando al ritmo delle “sanzioni” statunitensi. Le quattro isole dell’arcipelago giapponese dovrebbero essere affondate nel mare da una bomba nucleare. Il Giappone non ha più necessità di esistere vicino a noi. Questa è la voce della furia della Corea del Nord”.

La freccia viene poi scagliata anche contro la Corea del Sud. “Il nostro risentimento – si legge ancora – si fa sempre più forte nei riguardi del burattino sudcoreano. Sono traditori e cani degli Stati Uniti, in quanto richiedono più severe “sanzioni” sui connazionali. Il gruppo di traditori pro-americani dovrebbe essere punito gravemente e spazzato via con attacchi di fuoco in modo che non possano più sopravvivere. Solo allora l’intera nazione coreana potrà prosperare in un territorio riunificato per essere orgogliosi del mondo”.

Riferendosi poi al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, che secondo la Corea del Nord ha ignorato la giustizia, il senso morale e la coscienza. “Ciò da cui dobbiamo dipendere – conclude la nota – è solo la nostra forza nucleare auto-difensiva”.

Lucia Mosca

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *