sabato, Ottobre 24, 2020
Home > Italia > Segregata in casa e promessa sposa da 4 anni: 17enne salva grazie ad una chat

Segregata in casa e promessa sposa da 4 anni: 17enne salva grazie ad una chat

Promessa in sposa ad uno sconosciuto per 15mila euro dopo essere rimasta segregata in casa ben quattro anni per volontà del padre. Una 17enne, originaria dell’Est Europa e residente a Firenze, si è salvata grazie alla chat di un gioco per smartphone. Ed ora per il padre-aguzzino sono scattate le manette. L’accusa è quella di riduzione in schiavitù.

Le indagini sono condotte dalla Squadra Mobile. Secondo quanto appurato finora dagli inquirenti, la giovane sarebbe stata promessa in sposa quattro anni fa ad un connazionale residente in Francia. Il padre avrebbe ricevuto un acconto di 4mila euro dopo la stipula dell’accordo. Sarebbe stato previsto un pagamento di 15 mila euro complessivi: la giovane avrebbe nel frattempo dovuto mantenere la verginità, dimagrire e imparare a fare le faccende domestiche, pena la restituzione della somma versata.

Da quel momento per la ragazzina avrebbe avuto inizio il calvario: segregata in casa dai genitori – poteva uscire di casa solo qualche volta per fare la spesa accompagnata da uno degli uomini della famiglia – non poteva possedere denaro e neanche una scheda telefonica. Malghrado questo, la giovane sarebbe riuscita a chiedere aiuto a un coetaneo accedendo alla chat di un gioco per smartphone grazie a una connessione wi-fi. Il ragazzino, residente in Sicilia, ha segnalato il caso ad un centro antiviolenza, facendo così partire le indagini della Squadra Mobile.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *