mercoledì, Ottobre 21, 2020
Home > Mondo > Londra, è di nuovo terrore: attacco in metropolitana

Londra, è di nuovo terrore: attacco in metropolitana

< img src="https://www.la-notizia.net/metropolitana.jpg" alt="metropolitana"

Un altro attacco all’Europa, e di nuovo a Londra. Un dispositivo esplosivo artigianale è esploso in un treno di metropolitana di Londra questa mattina, ferendo 22 persone in quello che la polizia definisce un attacco terroristico. Ed ora è caccia all’uomo.

I servizi di polizia si sono precipitati alla stazione metropolitana Green Parsons a West London dopo aver ricevuto notizie di un’esplosione alle 8.20. Il dispositivo consisteva in un secchio in una borsa con i fili sporgenti, secondo i racconti di testimoni e le immagini sui social media. I passeggeri hanno dichiarato che il dispositivo è esploso.

Il primo ministro britannico Theresa May ha detto di aver indetto una riunione del comitato di emergenza Cobra per il pomeriggio e che il dispositivo era stato destinato a causare “danni ingenti”. “I nostri pensieri sono per chi è rimasto ferito nell’attacco”, ha detto.

Questo è il quinto attacco che la polizia ha classificato come “terroristico” nel Regno Unito quest’anno. A marzo un lupo solitario aveva ucciso ha ucciso quattro pedoni sul ponte di Westminster e un ufficiale di polizia prima di essere stato ucciso.

A maggio un kamikaze si è fatto esplodere in un concerto a Manchester, uccidendo 22 persone e nel mese di giugno otto persone sono morte quando tre uomini legati a una rete jihadista hanno colpito il London Bridge e il vicino Borough Market.

I treni sotterranei dispongono di telecamere a circuito chiuso all’interno di ogni carrozza, ma non si hanno attualmente dettagli ulteriori. Sadiq Khan, sindaco di Londra, ha detto sulla sua pagina Facebook: “La nostra città condanna fermamente chi tenta di usare il terrore per danneggiarci e distruggere il nostro modo di vivere”.

Un passeggero ha detto alla BBC: “Ho sentito un’esplosione veramente forte. . . Ho visto persone con lesioni minori, bruciavano al viso, alle braccia, alle gambe, a molteplici vittime “.

Richard Aylmer-Hall, 53 anni, che era in treno per il centro di Londra quando il dispositivo è esploso, ha detto che ha visto diverse persone rimaste ferite durante il tentativo di fuga per essere state calpestate.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *