sabato, 18 Gennaio, 2020
Home > Mondo > Pacifico a rischio bomba h: esplode la furia di Kim Jong-un

Pacifico a rischio bomba h: esplode la furia di Kim Jong-un

< img src="https://www.la-notizia.net/pacifico.jpg " alt="pacifico”

La Corea del Nord potrebbe rispondere alle minacce di un’azione militare da parte di Donald Trump testando la bomba H nell’Oceano Pacifico. Questo avrebbe dichiarato il ministro degli esteri del paese, ore dopo che il leader del nordcoreano Kim Jong-un aveva affermato che il presidente americano “pagherà caro” il fatto di aver minacciato di distruggere il regime. Prosegue così l’escalation nucleare tra Pyongyang e Stati Uniti.

Ri Yong-ho, che dovrà rivolgersi all’assemblea generale delle Nazioni Unite durante il fine settimana, ha detto ai giornalisti a New York: “Potrebbe essere la più potente detonazione di una bomba a H nel Pacifico. Non abbiamo idea di quali azioni potrebbero essere adottate e come sarà ordinato dal leader Kim Jong-un. ”

Ri Yong-ho ha parlato dopo le dichiarazioni di Kim relativamente a ritorsioni a “livello più alto” riferite alla minaccia di Trump di  “distruggere la Corea del Nord” se fosse costretto a difendersi o a difendere i propri alleati.

All’inizio di questo mese, la Corea del Nord ha effettuato la detonazione di una potente bomba a idrogeno nel suo sito di prova nucleare Punggye-ri nel nord-est del paese. L’esplosione ha causato un terremoto di magnitudo 6.3 che si è sentito sopra il confine cinese a Yanji.

La sperimentazione di un dispositivo nucleare al di là delle proprie frontiere significherebbe una grande escalation nelle tensioni sui programmi missilistici e missili balistici del regime.

In una dichiarazione condotta dall’agenzia ufficiale di stampa di KCNA, Kim ha chiamato Trump “mentally deranged” e lo ha avvertito che avrebbe “pagato caro” per le minacce al regime fi fronte all’ assemblea generale delle Nazioni Unite di martedì.

Descrivendo il presidente come “un canaglia e un gangster che ama giocare con il fuoco”, Kim lo ha definito inadatto a mantenere la posizione di comandante in capo.

“Certamente e sicuramente  – ha aggiunto – rimprovererò il fiammante americano mentalmente sconvolto con il fuoco”.

La dichiarazione è arrivata poche ore dopo che Trump ha emesso un nuovo ordine esecutivo che espande le sanzioni statunitensi sulla spedizione, banche, porti e manifatture della Corea del Nord.

Trump ha annunciato il nuovo ordine esecutivo durante un pranzo lavorativo con la sua controparte sudcoreana Moon Jae-in e Shinzō Abe, il primo ministro giapponese.

“Il nostro nuovo ordine esecutivo  – queste le parole di Trump –  taglierà le fonti di entrate che finanziano gli sforzi della Corea del Nord per sviluppare le armi più letali note all’umanità”.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: