lunedì, Settembre 20, 2021
Home > Mondo > Elezioni in Germania, vittoria di Pirro per la Merkel?

Elezioni in Germania, vittoria di Pirro per la Merkel?

< img src="https://www.la-notizia.net/germania.jpg " alt="germania”

Per la signora Merkel, già incoronata da più parti come trionfatrice delle elezioni parlamentari tedesche di domenica prossima e confermata cancelliera di Germania per la quarta volta consecutiva, la situazione si prospetta in realtà assai più complicata di quanto non appaia.

Negli ultimi giorni i sondaggi hanno registrato una forte avanzata della destra euroscettica di Alternative fur Deutschland (AfD) che arriverebbe in doppia cifra al 12%  dei consensi, entrando così in Parlamento con 85-86 deputati, rendendo in tal modo assai difficile per Frau Merkel costruire un maggioranza al di fuori di una improbabile riedizione della fallimentare Grosse Koalition con i socialdemocratici.

Se così non fosse, essendo stata esclusa a più riprese tale ipotesi sia dai cristiano democratici che dalla SPD di Martin Schulz, realizzare una maggioranza in Parlamento diverrà davvero improbo, prevedendosi che i residui 600 seggi all’infuori di quelli attribuiti alla destra radicale anti immigrazione di Alternativa per la Germania verrebbero divisi a metà fra il centrodestra dei cristiano democratici, cristiano sociali bavaresi e liberali da una parte ed il centrosinistra dei socialdemocratici, verdi e della Linke dall’altra.

E d’altronde c’è davvero poco di cui sorprendersi del rifiuto montante della politica di accoglienza a tutti costi dei migranti voluta dalla Merkel, se appena si considera che rispetto alla astronomica cifra di 4 milioni di sedicenti richiedenti asilo entrati in Europa negli ultimi 3 anni, circa il 75% ovvero 3 milioni hanno richiesto di essere accolti come rifugiati nella ricca Germania.

Cosa ne pensino in realtà i Tedeschi della crescente invasione in atto nel loro Paese, con i conseguenti problemi e costi che si scaricheranno su cittadini e contribuenti germanici, lo si vedrà domenica sera alla apertura delle urne.

E sembra assai probabile che la avanzata della destra nazionalista della Alternative fur Deutschland possa risultare addirittura maggiore di quanto pronosticato dai sondaggi, se si valuta il fatto che difficilmente le persone intervistate dai sondaggisti gradiscono manifestare la loro preferenza per un partito anti sistema.

Si profila quindi per Frau Merkel tutt’altro che l’atteso trionfo già anticipato da molti organi di stampa: si tratterà tutt’al più di una vittoria di Pirro senza maggioranza certa in Parlamento, anche se si confermasse il 36% previsto per i Cristiano democratici nei sondaggi, che rappresenterebbe comunque un arretramento del 5% rispetto ai consensi ottenuti nelle urne nelle precedenti elezioni federali del 2013.

 

                                                                                     Il Conte Rosso