giovedì, Dicembre 2, 2021
Home > Italia > Strangolò la fidanzata: ai domiciliari dopo soli due mesi

Strangolò la fidanzata: ai domiciliari dopo soli due mesi

Lo scorso 31 luglio uccise la fidanzata: ora è ai domiciliari. Francesco Mazzega, 36 anni, vagò tutta la notte con il cadavere in auto dopo aver strangolato Nadia Orlando. Ora è detenuto nell’abitazione dei genitori a Muzzana del Turgnano (Udine).

A Mazzega era stato concesso il beneficio degli arresti domiciliari già alcuni giorni fa ma l’esecuzione del provvedimento è stato ritardato per l’indisponibilità di un braccialetto elettronico, arrivato poi oggi nel carcere di Pordenone. In città sono in moltissimi a non accettare che a soli due mesi dal delitto Mazzega sia già a casa. Era infatti partita una petizione, che ha raccolto decine di migliaia di firme, da parte dei concittadini della vittima, a Vidulis di Dignano (Udine), per chiedere che l’uomo non uscisse così presto dal carcere.