domenica, Ottobre 25, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Uno spot per l’Abruzzo: a Vasto in anteprima “Mamma che silenzio”/ Video Backstage

Uno spot per l’Abruzzo: a Vasto in anteprima “Mamma che silenzio”/ Video Backstage

Giovedì 28 settembre, a Vasto, alle 18.30, presentazione in anteprima nazionale dello Spot “Mamma che silenzio” realizzato nell’ambito del progetto “Uno spot per l’Abruzzo” con Cinzia Leone e Gabriele Cirilli.

Vasto – Una squadra composta da oltre 100 professionisti, tra autori, attori, filmmaker, operatori del mondo del cinema e della televisione. Tutti innamorati dell’Abruzzo e pronti a mettere gratuitamente a disposizione il proprio lavoro per raccontare all’Italia e al mondo le straordinarie ricchezze della nostra regione.

Da questo patrimonio di professionalità nasce l’iniziativa sociale “Uno spot per l’Abruzzo”, lanciata dal regista Walter Nanni, che sarà presentata domani a Vasto, in un incontro in programma alle 18.30 nei Giardini di Palazzo D’Avalos.

Interverranno gli attori Gabriele Cirilli e Cinzia Leone, tra i primi artisti a sostenere con grande entusiasmo il progetto solidale. In anteprima nazionale sarà proiettato il nuovo spot girato sulla Costa dei Trabocchi con la regia di Pierluigi Di Lallo, dal titolo “Mamma che silenzio”, con protagonisti proprio la Leone e Cirilli e la voce di Roberto Pedicini.

Durante l’incontro pubblico, a cui parteciperanno anche il presidente della giunta regionale Luciano D’Alfonso e Gianni Letta, ci sarà un vero e proprio talk show con protagonisti imprenditori che rappresentano l’Abruzzo nel mondo e con i rappresentanti delle associazioni di categoria: una testimonianza diretta sulla storia, sui sogni, sulle difficoltà e sulle potenzialità dell’economia abruzzese.

Nel corso dell’evento verrà consegnata la “Sirenetta d’Argento” (ispirata alla statua che domina il litorale di Vasto) a 10 abruzzesi che si sono distinti nel campo della cultura, delle arti, del turismo, del lavoro e del sociale.

https://www.youtube.com/watch?v=icZzfWXXi60

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *