sabato, Ottobre 24, 2020
Home > Marche > Sconto TARI, ben 29 nuove imprese ne hanno fatto richiesta

Sconto TARI, ben 29 nuove imprese ne hanno fatto richiesta

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sono ben 29 le imprese di nuova costituzione che hanno richiesto di poter usufruire dell’opportunità, messa a disposizione dall’Amministrazione comunale di San Benedetto del Tronto, di ottenere un’agevolazione nel pagamento della tassa rifiuti – TARI.

Lo sconto, lo ricordiamo, consiste in mille euro di detrazione più altri 100 euro per ogni dipendente in servizio presso l’attività per un massimo di 5 dipendenti. Potevano far richiesta tutte le imprese, costituitesi sotto qualsiasi forma giuridica, che abbiano iniziato l’attività o abbiano aperto la sede legale e/o operativa in città dal primo gennaio scorso.

“E’ un risultato superiore alle attese – dice soddisfatto l’assessore alle attività produttive Filippo Olivieri – e le tipologie di aziende che hanno fatto domanda sono diverse, a dimostrazione della vitalità del tessuto produttivo cittadino: si va dalle panetterie alle palestre, dagli stabilimenti balneari agli studi professionali”.

“Che questa città, nonostante la crisi, sia molto attrattiva per quanti intendono aprire un‘attività –  prosegue Olivieri – lo dimostra il saldo tra aperture e chiusure registrato dallo Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune nel periodo 1° gennaio – 30 settembre 2017: dai dati emerge che, a fronte di 121 cessazioni, sono state presentate domande per 214 aperture, con un saldo positivo di ben 93 attività. Tranne il commercio su aree pubbliche, tutti i settori fanno registrare un segno “+”, con una punta nel comparto ricettivo che vede un incremento di 33 imprese, concentrate soprattutto nelle tipologie dell’affittacamere e del bed & breakfast. Un dato che spiego sia con l’interesse crescente dei turisti per questo tipo di sistemazione, sia con i risultati di una campagna di sensibilizzazione per l’uscita dal sommerso che abbiamo condotto in questi ultimi tempi, anche con il supporto delle associazioni di categoria”.

 

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *