domenica, Novembre 28, 2021
Home > Italia > Pieve di Soligo piange Antonela Kmet, morta per aver protetto i propri figli

Pieve di Soligo piange Antonela Kmet, morta per aver protetto i propri figli

TREVISO – Per due settimane aveva lottato tra la vita e la morte, dopo aver fatto da scudo umano con il proprio corpo per proteggere i propri figli. Purtroppo il cuore di Antonela Kmet, la mamma di 46 anni di origini croate investita sulle strisce pedonali da una 87enne, ha smesso di battere.

L’incidente si era verificato il 25 settembre a Pieve di Soligo, in centro. Stava attraversando la strada con i suoi figli di 11 e 15 anni. Ricoverata in ospedale, era stata operata d’urgenza, ma fin da subito le sue condizioni si erano rivelate critiche. Rimasta in coma per due settimane, è deceduta nel reparto di rianimazione dell’ospedale Ca’ Foncello di Treviso. Sulla base degli accertamenti condotti dalla polizia locale, l’anziana alla guida della sua Matiz non avrebbe visto la famiglia perché abbagliata dal sole.

Grazie al gesto eroico della mamma, i bambini sono stati sbalzati a qualche metro di distanza, e si sono salvati. Antonela è invece finita sotto le ruote dell’auto, riportando gravissime ferite alla testa. Il personale medico del reparto di neurochirurgia ce l’ha messa tutta in un tentativo praticamente disperato di salvare la vita alla donna.  Ma non c’è stato nulla da fare.