sabato, Agosto 15, 2020
Home > Mondo > Il Parlamento europeo chiede l’introduzione del reddito minimo

Il Parlamento europeo chiede l’introduzione del reddito minimo

Il Parlamento europeo chiede l’introduzione in tutti i Paesi dell’Unione di un reddito minimo garantito. La richiesta è stata presentata in una risoluzione non legislativa approvata con 36 voti a favore, 7 contrari e quattro astenuti. La commissione parlamentare ha così invitato gli Stati membri a introdurre un reddito minimo garantito o se necessario a migliorare i sistemi esistenti.

“Non vogliamo scatenare un dibattito ma obbligare la Commissione europea a prendere finalmente una posizione ferma a riguardo”, afferma l’eurodeputata M5s Laura Agea, relatrice del testo. Il testo dovrà essere adesso votato in plenaria entro la sessione di fine ottobre.

La maggior parte dei Paesi Ue, sottolineano in Parlamento, hanno già sistemi di reddito minimo garantito, (in Italia c’è il Sostegno all’inclusione attiva, che sarà ora sostituito dal Reddito di inclusione) ma per gli eurodeputati questi non sempre garantiscono un sostegno adeguato per chi ne ha bisogno.

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com