mercoledì, Ottobre 28, 2020
Home > Abruzzo > Sulmona, le Fiamme Azzurre nella Scuola di Formazione della Polizia Penitenziaria

Sulmona, le Fiamme Azzurre nella Scuola di Formazione della Polizia Penitenziaria

Sulmona – “L’idea della senatrice Federica Chiavaroli di portare nella terra che fu di Ovidio una componente delle Fiamme Azzurre non è passata inosservata agli occhi di uno dei sindacati più rappresentativi della Polizia penitenziaria” ad affermarlo è Mauro Nardella segretario generale territoriale Uil PA Polizia penitenziaria.

La Uil plaude all’idea di voler  portare, nella scuola di polizia penitenziaria di Fonte d’Amore, atleti che rappresentano il Corpo dei baschi blu e che molto fanno per l’immagine dello stesso – dichiara il sindacalista – Oltre al prestigio che riconquisterebbe il presidio di formazione dell’Amministrazione penitenziaria, negli ultimi tempi abbandonato a se stesso e quasi gettato nel completo oblio, la vallata tornerebbe in possesso di un indotto  che siamo sicuri sarà capace di ridare speranza ad un’ economia locale troppo brutta per dirsi contraria ad un’ipotesi del genere.

La Scuola incastonata nello splendido scenario del Morrone, posta ai piedi dell’eremo celestino  oltre che del tempio di Ercole Curino, darebbe una ventata positiva alle aspettative di una comunità che vedrebbe in essa un modo per implementare iniziative che ben si sposerebbero con le caratteristiche del territorio – sottolinea il segretario generale territoriale.

La Uil PA Polizia penitenziaria L’Aquila benedice quindi la proposta della senatrice  e offre pieno appoggio all’iniziativa che ritiene meritevole dei più sinceri e sentiti apprezzamenti e in conclusione Nardella nel complimentarsi con la direttrice della Scuola di Formazione Annamaria Raciti per l’ottimo lavoro di collaborazione con le realtà sindacali ed associative del comprensorio aggiunge “sono convinto, agirà in sinergia per l’interesse di tutti non ultimo lo sviluppo ed il rilancio della  sempre piu  vituperata valle peligna”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *