mercoledì, Ottobre 21, 2020
Home > Marche > A San Benedetto convegno sulla gestione informatizzata di fiere e mercati

A San Benedetto convegno sulla gestione informatizzata di fiere e mercati

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – All’auditorium comunale “Tebaldini” si è tenuto oggi, mercoledì 11 ottobre, un seminario formativo indirizzato principalmente ai Comuni delle Marche sul tema della gestione informatizzata delle fiere e dei mercati e sugli aspetti della loro sicurezza.

Nel corso dell’incontro, che ha visto tra gli intervenuti i rappresentanti della Polizia Municipale ed i funzionari degli Sportelli Attività produttive di numerosi Comuni delle Regione, è stato presentato il sistema di gestione informativo, relativo a fiere e mercati,  a cui ha lavorato intensamente in questi anni il personale della Polizia Municipale, dei Servizi Sportello delle Imprese e Informatica del Comune di San Benedetto del Tronto insieme alla società di software incaricata della realizzazione.

Questo lavoro costituisce un importante tassello del Progetto “Open City Platform”, finanziato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, progetto al quale il Comune di San Benedetto partecipa in qualità di Ente sperimentatore e che, costituendo ad oggi una delle più avanzate realizzazioni sin qui prodotte, pone il Comune tra le eccellenze, a livello nazionale, nell’adozione ed utilizzo delle “best practice” gestionali del settore.

A chiusura del seminario, di rilevante spessore è risultato l’intervento di Miranda Corradi, capo del Servizio Interventi economici del comune di Mirandola, sulla gestione della sicurezza in questo tipo di manifestazioni che, è stato detto, sconta l’incertezza di un quadro normativo che subisce continui adeguamenti anche alla luce delle norme antiterrorismo e, più in generale, delle regole sulla sicurezza. L’intervento della dr.ssa Corradi è stato incentrato proprio sulla necessità di individuare una linea di condotta comune che consenta di definire idonee misure di “safety and security”.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *