lunedì, Ottobre 19, 2020
Home > Mondo > NUCLEARE IRANIANO, TRUMP AFFONDA L’ACCORDO

NUCLEARE IRANIANO, TRUMP AFFONDA L’ACCORDO

< img src="https://www.la-notizia.net/nucleare.jpg" alt="nucleare"

WASHINGTON – Donald Trump ha annunciato che non certificherà l’accordo sul nucleare iraniano, minacciando di uscirne   se Teheran non verrà bloccata nella costruzione di armi nucleari o di missili intercontinentali.

“Non continueremo un percorso che prevede più violenza, più caos”, ha dichiarato Trump alla Casa Bianca in un discorso che intendeva definire un’ampia strategia per affrontare l’Iran.

La decisione di Trump di non certificare la conformità a tutti i termini dell’accordo è venuta dopo un feroce dibattito all’interno dell’amministrazione.

Il Segretario di Stato Rex W. Tillerson e il Segretario alla Difesa Jim Mattis hanno sostenuto che negli interessi nazionali di sicurezza degli Stati Uniti si è tenuto a mantenere i vincoli del trattato sull’Iran. I due sono riusciti finora nel tempo a persuadere Trump a non revocare immediatamente l’accordo.

Trump, dichiarando la sua intenzione di non certificare il rispetto dell’Iran ai termini dell’accordo, ha sostanzialmente messo il Congresso di fronte al fatto di voler ripristinare le sanzioni sull’Iran e di far saltare il trattato.

“Nel caso in cui non saremo in grado di raggiungere una soluzione con il Congresso e i nostri alleati”, ha dichiarato, “allora il patto si intenderà terminato”.

I leader della Gran Bretagna, della Francia e della Germania hanno emesso rapidamente una dichiarazione congiunta che esorta gli Stati Uniti ad aderire all’accordo, che hanno definito “il risultato di 13 anni di diplomazia”.

L’adozione di nuove leggi sull’Iran richiederebbe 60 voti al senato, il che significa che i repubblicani dovrebbero avere il sostegno di almeno otto democratici.

 

Il presidente Trump è sembrato determinato a cancellare ogni speranza residua che l’accordo nucleare possa formare la base di una nuova relazione tra gli Stati Uniti e l’Iran. Il suo discorso, dalla sala della Casa Bianca, è stato forse il più ostile di qualsiasi leader americano, dopo il presidente George W. Bush.

Trump ha in pratica elencato le violazioni da parte dell’Iran dalla crisi degli ostaggi del 1979 e ha descritto il paese come sponsor principale del terrorismo islamista, accusandolo inoltre di trattare con la Corea del Nord. Ha infine dichiarato di aver chiesto alle attività di intelligence di indagare sulle modalità di tale rapporto.

Lucia Mosca

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

One thought on “NUCLEARE IRANIANO, TRUMP AFFONDA L’ACCORDO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *