domenica, Novembre 28, 2021
Home > Italia > L’inchiesta contro la pedofilia porta alla luce immagini di Yara Gambirasio

L’inchiesta contro la pedofilia porta alla luce immagini di Yara Gambirasio

< img src="https://www.la-notizia.net/yara-gambirasio.jpg" alt="yara gambirasio"

Scoperta choc nell’ambito dell’inchiesta contro la pedofilia condotta dalla polizia postale del Trentino Alto Adige. L’operazione, denominata Black Shadow, ha portato a 10 arresti. Sono invece 48 gli indagati. Nel corso delle indagini, gli inquirenti avrebbero rinvenuto sul pc di un 53enne di Rimini immagini di Yara Gambirasio, uccisa a Brembate nel 2011, vicino a preghiere blasfeme.

L’inchiesta ‘Black Shadow’ di Trento ha svelato una lunga catena di presunti pedofili che si nascondeva nel web, scambiandosi immagini e comunicando grazie a programmi di messaggistica istantanea. La scoperta sarebbe ora al vaglio dei legali della difesa di massimo Bossetti, condannato all’ergastolo per l’omicidio di Yara Gambirasio.

Le indagini hanno preso il via dall’arresto di un 38enne altoatesino, trovato in possesso di ingente materiale digitale (foto/video) contenente esibizioni pornografiche di minorenni.
L’uomo é risultato essere il fulcro di una rete di 48 persone che producevano o condividevano il materiale illecito in Trentino Alto Adige, Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Abruzzo, Puglia, Campania, Sicilia e Sardegna.