sabato, Ottobre 16, 2021
Home > Italia > Marcia dei Patrioti, Fiore consegna appello per libertà di manifestazione

Marcia dei Patrioti, Fiore consegna appello per libertà di manifestazione

< img src="https://www.la-notizia.net/fiore.jpg" alt="fiore"

Marcia dei patrioti,28 ottobre: Roberto Fiore ha consegnato al Viminale l’appello per la libertà di manifestazione sottoscritto tra gli altri dall’Onorevole La Russa e dal Generale Bertolini. Ora Forza Nuova attende risposta dal ministro Marco Minniti.

“Non è stata assolutamente ritirata  – si legge sulla pagina Facebook del movimento – la richiesta di manifestare il 28/10 a Roma. Da persone responsabili abbiamo da giorni in corso una trattativa con la Questura per evitare che quella giornata sia segnata da violenze e disordini.

La notizia del giorno è quella dell’appello a Minniti perché revochi il diniego per la manifestazione del 28, appello che in questo momento è stato firmato da decine di personalità importanti fra i quali l’onorevole La Russa e il Generale Bertolini”.

“Trovo antistorico e fuori luogo  – ha dichiarato a questo proposito Ignazio La Russa, deputato di Fratelli d’Italia  – vietare oggi una manifestazione di un movimento come Forza Nuova che è legalmente riconosciuto da 20 anni e che prende parte a tutte le competizioni elettorali. Per questa ragione e pur sapendo che in molti grideranno allo scandalo, in forza a quel ‘politically correct’ che non mi appartiene e non mi apparterrà mai, ho deciso di firmare l’appello di Forza Nuova al ministro dell’Interno Minniti affinché autorizzi la manifestazione del prossimo 28 ottobre a Roma.

L’Italia dimostri in questa occasione di aver lasciato alle spalle una lunga storia fatta di divisioni e di molti lutti. Si garantisca a tutti i cittadini, nel rispetto dell’ordine pubblico e della sicurezza, la libertà di espressione. Di qualunque colore politico essi siano. Perché quando si limita la libertà a qualcuno la si limita a tutti”.

“Ritengo che dopo 95 anni dalla marcia  – aveva già dichiarato Roberto Fiore – su Roma, ciò che è stato proibito per le generazioni passate e per la mia non lo possa essere più per la generazione dei miei figli, che con Forza Nuova o senza Forza Nuova vogliono manifestare un qualsiasi 28 ottobre dell’anno”.