venerdì, Ottobre 23, 2020
Home > Italia > Anziana uccisa per 30 euro, arrestati tre giovani di origine marocchina

Anziana uccisa per 30 euro, arrestati tre giovani di origine marocchina

< img src="https://www.la-notizia.net/san-benedetto-po" alt="san benedetto po"

L’hanno uccisa per sottrarle 30 euro ed una manciata d’oro. Così è morta Mirella Ansaloni, 79enne di Finale Emilia lo scorso 18 settembre nella sua abitazione di via Orazio Vecchi.  In manette tre giovani di origine marocchina, tra i quali il suo vicino di casa. Un mese fa si pensò ad una caduta. La donna era stata trovata senza vita a terra, con una ferita alla testa.

La casa dell’anziana era in ordine. Nessun segno di effrazione. L’autopsia ha poi stabilito la vera natura della morte: Mirella Ansaloni era stata uccisa. Nel corso delle indagini, sono state le intercettazioni ambientali a fornire ulteriori elementi. I giovani sono tutti e tre incensurati.

In manette due 19enni e di un 21enne, di origine marocchina, fermati ieri dai carabinieri, due dei quali figli di immigrati stabiliti da tempo a Finale. Ora devono rispondere dell’accusa di omicidio volontario aggravato e di rapina.

La donna sarebbe stata uccisa a bottigliate in testa. I tre avrebbero poi portato via 30 euro e due collane d’oro, successivamente vendute e trovate presso il Compro Oro al quale si erano rivolti. Erano entrati in casa chiedendo di bere un po’ d’acqua.  Le indagini sono state condotte dai Carabinieri di Finale e i colleghi della Compagnia di Carpi con il supporto dei Ris di Parma. Di grande importanza il contributo apportato dalla testimonianza di una vicina di casa che per puro caso aveva notato la presenza del giovane ed il riconoscimento da parte del commerciante milanese del Compro Oro. Quando l’anziana si è accorta delle reali intenzioni dei tre giovani, che aveva accolto nella sua abitazione, ha provato a ribellarsi, ma è stata colpita in testa ed è caduta a terra. Si era fidata del giovane, che conosceva e dei suoi due amici. Ha perso la vita per 30 euro e due collane d’oro, vendute per una cifra complessiva di 500 euro.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

One thought on “Anziana uccisa per 30 euro, arrestati tre giovani di origine marocchina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *