sabato, Ottobre 24, 2020
Home > Abruzzo > Sport: D’Alfonso, nuovo stadio Pescara opportunità di sviluppo

Sport: D’Alfonso, nuovo stadio Pescara opportunità di sviluppo

Pescara – Risorse finanziarie private, pari a 70 milioni di euro, saranno destinate, attraverso lo strumenmto del Masterplan del Comune di Pescara relativo a Pescara sud, alla realizzazione del nuovo stadio di calcio. Il progetto preliminare relativo alla nuova infrastruttura sportiva, redatto dalla società Proger, è stato, presentato questa mattina, a Pescara, in Comune, alla presenza del ministro per lo Sport, Luca Lotti, del presidente della Giunta regionale, Luciano D’Alfonso, del sindaco di Pescara, Marco Alessandrini, e del prefetto di Pescara, Francesco Provolo.

Per conto dellA Proger sono intervenuti l’ad Umberto Sgambati ed il progettista Giovanni Vaccarini. “In un momento in cui la finanza pubblica è soggetta a regole di rigore, – ha esordito D’Alfonso – non possiamo che salutare con favore il coinvolgimento, in questa operazione, di forze economiche private capaci di mettere in campo una bella iniziativa di responsabilità sociale e diimpresa. Riteniamo, – ha proseguito – che i valori di questa iniziativa siano almeno tre: in primo luogo, riusciamo in anticipo a prefigurare, senza attendere eventuali emergenze, la risposta ad un bisogno dettato dalla modifica delle regole da parte della FIFA (la massima istituzione calcistica internazionale) in ambito di impiantistica; in secondo luogo, la valenza del progetto è data dal fatto che chi mobilità le risorse è il privato che dà copertura ad un investimento infrastrutturale – ha continuato – che non ha nulla da invidiare alle altre operazioni infrastrutturali che la Regione sta portando avanti a favore degli abruzzesi; il terzo valore – ha spiegato D’Alfonso – riguarda quel tempo speciale che si destina alla pratica dello sport o alla fruizione degli eventi sportivi”.

Sorgerà una cittadella dello sport, nell’ambito della quale anche lo stadio Adriatico-Cornacchia vivrà una importante valorizzazione, in una sorta di city-campus attorno alla pineta dannunziana che, nelle previsioni, finirà per avere un impatto rilevante sull’economia cittadina e non solo oltre a consegnare alla collettività abruzzese un impianto moderno, funzionale e pienamente rispondente alle nuove normative FIFA. Inoltre sono previsti una nuova stazione ferroviaria, nuove attività comemrciali, una fermata del bus e quasi mile parcheggi auto.

“L’ordinamento regionale – ha rimarcato il Presidente – affiancherà questo sforzo evitando che si venga colti di sorpresa forti anche dell’esperienza legata all’organizzazione dei Giochi del Mediterraneo del 2009 che segnarono anche un risveglio della dimensione economica. Oltre alle idee progettuali ed alle risorse delle imprese, abbiamo bisogno – ha concluso – che la Pubblica amministrazione si presenti componibile con l’intrapresa privata. In questo senso, il Dl Mezzogiorno, non a caso, introduce la logica pattizia tra Pubblica amministrazione e privati così come le ZES (zone economiche speciali) azzerano le procedure. E’ questa la strada da percorrere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *