mercoledì, Dicembre 8, 2021
Home > Marche > Morto bimbo caduto in piscina, donati organi

Morto bimbo caduto in piscina, donati organi

ancona

”La generosità dei genitori del piccolo Filippo ha reso possibile salvare quattro vite altrimenti condannate”. Così la Direzione generale dell’Azienda Ospedali Riuniti di Ancona dopo il prelievo multiorgano autorizzato dai genitori del bimbo di 22 mesi morto dopo essere caduto nella piscina di un’abitazione di Penna San Giovanni (Macerata), sfuggendo al controllo della nonna. L’espianto si è svolto nell’Ospedale Salesi, dove Filippo era stato ricoverato dopo l’incidente, con la collaborazione delle equipe di Cardiochirurgia di Bergamo e dell’Ospedale Bambin Gesù di Roma, coordinate dal Centro Regionale Trapianti Marche, da Nord Italia Transplant program (Nit) e dal Centro Nazionale Trapianti operativo.

È stato dichiarato morto il bimbo di 22 mesi caduto nei giorni scorsi nella piscina di un’abitazione a Penna San Giovanni (Macerata), lesionata dal terremoto, in cui si trovava con la nonna alla quale i genitori, che erano al lavoro, lo avevano affidato. La donna è stata denunciata dai Carabinieri per omicidio colposo conseguente ad abbandono di minore. Il piccolo è morto nell’ospedale Salesi di Ancona, dove era ricoverato nel reparto di rianimazione pediatrica. I genitori hanno autorizzato l’espianto degli organi per la donazione. (Fonte ANSA)