sabato, Dicembre 4, 2021
Home > Abruzzo > Teramo, operaio di Sondrio adesca in chat una 13enne: arrestato

Teramo, operaio di Sondrio adesca in chat una 13enne: arrestato

< img src="https://www.la-notizia.net/sondrio" alt="sondrio"

TERAMO – Produzione di materiale pedopornografico e violenza privata su minore: queste le accuse rivolte ad un 20enne arrestato in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip su richiesta della Procura Distrettuale di l’Aquila.

Si tratta di un operaio di Sondrio fermato dalla Polizia – sezione Postale di Teramo, Compartimento Pescara, Lombardia e squadra Mobile di Sondrio – che spacciandosi su un social per un quindicenne, avrebbe adescato e convinto una tredicenne che vive in Abruzzo a spostare la conversazione su WhatsApp dove avrebbe potuto ricevere da lei video e foto intime.

Determinante è stato l’intervento di un’amica della ragazzina che ricevute le confidenze su quanto stava accadendo ha contattato il presunto quindicenne invitandolo a smettere. Senza esito, però, perché lui ha minacciato di diffondere in rete i video già in suo possesso. Da qui il ricorso ai genitori della ragazzina che hanno denunciato quanto stava avvenendo.