sabato, Ottobre 24, 2020
Home > Marche > L’Ugl sollecita la Regione a sistemare i disoccupati del 2016

L’Ugl sollecita la Regione a sistemare i disoccupati del 2016

“La Regione Marche sottoscrive e comunica una intesa, a Novembre 2016 di proroga di 3 mesi di tutti i lavoratori la cui disoccupazione scade nell’anno 2016; i lavoratori in mobilità, NASPI ed altre forme di disoccupazione presentano a Dicembre 2016 correttamente la domanda di proroga.

Successivamente il Ministero del Lavoro precisa  che i 3 mesi di proroga si devono riferire soltanto ai lavoratori che godono di mobilità ordinaria e pertanto l’INPS, di conseguenza respinge tutte le domande già presentate di lavoratori che hanno altre tipologie di disoccupazione al di fuori della mobilità.

La Regione Marche, tramite l’Assessorato e gli uffici delle Politiche Attive del Lavoro, predispone in alternativa un piano di impegno formativo con sostegno al reddito che potesse mantenere l’offerta nei confronti di lavoratori esclusi ed onorare come Regione il patto di affidabilità con i lavoratori, precedentemente firmato.

L’attivazione di questo progetto operativo, sempre dato per imminente, non è ancora decollato; si corre il rischio che venga impantanato.

I lavoratori disoccupati (NASPI e altre tipologie di disoccupazione esclusa la mobilità) dell’Area di Crisi Industriale Complessa del Piceno , che si son visti cancellare la proroga di 3 mesi di disoccupazione nel 2016 ed erano stati messi in attesa di un provvedimento formativo di sostegno al reddito, rischiano di rimanere a bocca asciutta; monta la rabbia tra i lavoratori.

Certamente c’è un cattivo circuito tra Governo Centrale e Regione, un brutto ingessamento di normative. Siamo al paradosso che le risorse ci sono, ma non si trovano i canali corretti per farle arrivare a destinazione.

La ripresa occupazionale nell’Area di Crisi Industriale Complessa del Piceno è  purtroppo ancora lontana dall’effettivo manifestarsi. La Regione Marche, in questo difficile momento di passaggio, si dimostri capace di rompere le ingessature ed attui una  politica di corpose  iniezioni di  sostegno al reddito”.

SEGRETERIA  PROVINCIALE  UGL – ASCOLI PICENO

                      

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *