domenica, Ottobre 17, 2021
Home > Mondo > Halloween, Trump: “Pena di morte per Saipov”

Halloween, Trump: “Pena di morte per Saipov”

< img src="https://www.la-notizia.net/halloween" alt="halloween"

Attentato a New York, rintracciato un secondo uomo che potrebbe essere coinvolto nella “strage di Halloween”. Si tratta del 32enne Mukhammadzoir Kadirov, ma non è detto che abbia effettivamente un ruolo nell’attacco. Identificate tutte le vittime: cinque argentini, due americani e una donna belga. Dure le parole del presidente americano Donald Trump che ha condannato in maniera veemente il gesto compiuto nel nome di Allah.

Parlando del sistema giudiziario americano, Trump lo ha definito “uno scherzo” e “una barzelletta”, aggiungendo che avrebbe volentieri mandato il killer di New York, definito dal presidente americano “un animale” alla prigione militare americana di Guantánamo Bay, Cuba. Poco prima di mezzanotte Trump si è spinto ancora oltre scrivendo in un tweet che il sospetto attentatore, Sayfullo Saipov, merita la pena di morte.

“Dobbiamo essere molto più duri”, ha detto il presidente ai giornalisti. ” Siamo così politicamente corretti  – ha aggiunto – che abbiamo paura di fare qualsiasi cosa “.

L’attacco terroristico di martedì a New York è stato il primo messo in atto da un aggressore di origine straniera su suolo americano dall’inizio del mandato di Donald Trump.  “Il terrorista è entrato nel nostro paese attraverso il cosiddetto “programma di lotteria della diversità dei visti “, una bellezza di Chuck Schumer”, ha scritto su Twitter.

Col passar delle ore, le parole del presidente americano si sono fatte via, via sempre più dure: “Abbiamo bisogno di una giustizia veloce e abbiamo bisogno di una giustizia forte, molto più veloce e molto più forte di quella che abbiamo adesso”, ha detto. Nel frattempo Saipov non si è mostrato affatto pentito dell’attentato, del quale  si è detto anzi orgoglioso.  L’uomo avrebbe addirittura chiesto di appendere la bandiera dell’ISIS nella sua stanza d’ospedale, dal quale è già stato dimesso, e ha dichiarato di sentirsi fiero di quello che aveva fatto nel colloquio con gli agenti di polizia.

Nel frattempo l’Fbi sta indagando In Ohio, in Florida e, soprattutto a Paterson, nel New Jersey, dove il killer, Sayfullo Saipov, 29 anni, nato in Uzbekistan, viveva in due locali con la moglie e tre figli, due femmine e un maschio. L’uomo ieri si è presentato in aula sulla sedia a rotelle. Non ha chiesto alcuna cauzione. E ha usato parole sprezzanti. Aveva pianificato l’attacco da tempo e avrebbe continuato ad uccidere. Si è detto felice di quello che ha fatto e di aver scelto il giorno di Halloween perché le strade erano più affollate.  Dura la reazione di Trump: “Il terrorista di New York è felice di aver ucciso otto persone e ferito altre 12. Ha chiesto anche la bandiera dell’Isis in ospedale. Merita la pena di morte”.