martedì, Ottobre 27, 2020
Home > Marche > Prima di sparire Renata Rapposelli aveva il cellulare acceso a Giulianova

Prima di sparire Renata Rapposelli aveva il cellulare acceso a Giulianova

< img src="https://www.la-notizia.net/cellulare" alt="cellulare"

Il nuovo sopralluogo a casa dell’ex marito e del figlio avrebbe consentito di appurare che Renata Rapposelli, pittrice scomparsa lo scorso 9 ottobre, l’ultima volta che ha acceso il cellulare era a Giulianova.

I carabinieri continuano a tenere l’occhio puntato sull’abitazione di Giuseppe e Simone Santoleri. Il legale dell’ex marito e del figlio ha nel frattempo chiesto il dissequestro della casa e dell’auto. I due sono attualmente collocati presso un B&B. Tra l’altro sembra che gli accertamenti del Ris non abbiano rilevato tracce ematiche né sull’auto né all’interno dell’abitazione.

Secondo quanto riportato da Il Mattino, sarebbero venute fuori dichiarazioni sconvolgenti da parte del figlio circa una presunta ossessione della madre di volerlo purificare in quanto ritenuto “posseduto dal demonio”. Certo, si tratta di dichiarazioni che, se confermate, getterebbero un’ombra ancora più inquietante sul caso, già di per se stesso decisamente complesso. Anche perché, sempre se tali dichiarazioni venissero prese in seria considerazione  nell’ambito delle indagini, potrebbero fornire una motivazione (il movente) di un presunto atto rivolto verso “Reny” dettato forse dalla rabbia.

l.m

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *