venerdì, Ottobre 23, 2020
Home > Mondo > VARSAVIA, “NOI VOGLIAMO DIO”: LO SLOGAN DEI PATRIOTI D’EUROPA

VARSAVIA, “NOI VOGLIAMO DIO”: LO SLOGAN DEI PATRIOTI D’EUROPA

< img src="https://www.la-notizia.net/varsavia" alt="varsavia"

Ieri in occasione della Festa nazionale per l’indipendenza Polacca hanno sfilato a Varsavia 100 mila manifestanti provenienti da molti Paesi d’Europa dietro gli striscioni che recitavano “Noi vogliamo Dio” e ”Restiamo il bastione della fede e della religiosità in Europa” cioè le parole d’ordine scelte dagli organizzatori della manifestazione.

La marcia nazionalista Marsz Niepodleglosci (corteo dell’indipendenza in polacco) giunta ormai alla sua decima edizione è stata organizzata dagli attivisti del “Campo nazional-radicale” polacco che ha esteso l’invito ai rappresentanti dei movimenti patriottici di tutta Europa nel segno di un nuovo nazionalismo solidale dei popoli del Vecchio Continente schierati contro la eurocrazia di Bruxelles.

Dall’Italia hanno accolto l’invito a partecipare i rappresentanti di Forza Nuova con la presenza del proprio leader Roberto Fiore, a conferma della vocazione cattolica del movimento da sempre schierato a difesa dell’identità Cristiana dell’ Europa.

Grande importanza simbolica ha assunto quest’anno lo slogan “Noi Vogliamo Dio” prescelto dagli organizzatori della manifestazione, e tratto dal testo di un vecchio canto religioso polacco che il presidente Donald Trump ha citato nel mese di luglio durante la sua visita a Varsavia, elogiando la Polonia per quello che ha descritto come la difesa della civiltà occidentale da parte della Nazione polacca nonstante i lunghi decenni di dominazione sovietica.

“Noi Vogliamo Dio” le stesse tre parole con cui fu accolto a Varsavia nel 1979 papa Wojtyla, come sottolineato dal Presidente Americano durante la sua visita ricordando come il giorno dell’arrivo di Papa Giovanni Paolo II° in Polonia 38 anni fa, e del benvenuto che i Polacchi vollero tributargli con quelle parole fece comprendere a tutti i comunisti a Varsavia il prossimo crollo del sistema dittatoriale sostenuto dal regime del cosiddetto socialismo reale che non teneva conto dell’intimo sentimento religioso del popolo di Polonia e di tutta l’Europa.

I 100 mila manifestanti Europei che hanno sfilato ieri a Varsavia hanno voluto ricordare lo stesso messaggio alla Eurocrazia di Bruxelles che oggi malgoverna il Vecchio continente tenendo conto solo dei parametri finanziari e dimenticando le radici religiose su cui si fonda la storia d’Europa.

Il Conte Rosso

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

One thought on “VARSAVIA, “NOI VOGLIAMO DIO”: LO SLOGAN DEI PATRIOTI D’EUROPA

  1. La Polonia è un bel e forte popolo, hanno sempre combattuto per la fede Cristiana….Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *